Vai al contenuto

Cosa vedere nel Sud-Est del Kazakistan

Il Kazakistan è una delle nazioni più grandi al mondo. In questo articolo spiego quali cose vedere e cosa fare nel sud-est di questo paese.

Avendo passato la maggior parte degli ultimi anni ad esplorare l’Asia orientale e l’Europa devo ammettere che prima di visitare l’Asia centrale non sapevo davvero cosa aspettarmi. Ho una grande passione per la geografia, ma l’Asia centrale era per me un grande punto interrogativo. Onestamente tutti quei paesi che finiscono con -stan possono creare un po’ di confusione anche ai più appassionati di viaggi.

Sono stato quindi più che felice di accettare un viaggio nel sud-est del Kazakistan e nel Kirghizistan nord-orientale per scoprire alcuni dei luoghi incredibili che questi due paesi hanno da offrire. Speriamo che in futuro possa esplorare gli altri “stan” perché devo ammettere che ho amato quello che ho visto: ottimo cibo, paesaggi incredibili (un vero paradiso per i fotografi) e una cultura molto interessante in entrambi i paesi. Durante questo viaggio ho avuto la possibilità di vedere solo una piccola parte del Kazakistan. Considerando però le dimensioni gigantesche del paese, ho visto a sufficienza per apprezzare quello che ha da offrire sia ai turisti che decidono di visitare il paese per la prima volta che per chi torna dopo il primo viaggio.

Un vantaggio del Kazakistan è che si tratta del paese più sviluppato (e più ricco) tra gli stati dell’Asia Centrale, quindi è un buon punto di partenza per un viaggio in questa parte del mondo, soprattutto se è la prima volta. E’ anche ben collegato con altri paesi come il Kirghizistan e si potrebbe prendere in considerazione di includere questi due paesi nello stesso itinerario.

Il Kazakistan è il 9° paese al mondo per dimensioni ed è grande più del doppio di tutti gli altri paesi dell’Asia Centrale messi assieme.

Prima di scrivere cosa fare e cosa vedere nel Sud-Est del Kazakistan voglio però rispondere ad alcune delle domande più frequenti che potrebbe fare chi non conosce il paese e sta pensando di visitarlo per la prima volta.

kolsai lake 1 kazakistan

Cavalli e paesaggi incontaminati sono molto comuni in Kazakistan

Il Kazakistan è un paese sicuro?

Questa è una domanda normale da farsi quando si visita per la prima volta un paese di cui non si sa molto. Anche se il Kazakistan non ha un livello di crimini basso come Taiwan, è considerato un paese sicuro. Durante il mio viaggio ho trovato molte ragazze che viaggiavano da sole e le persone sono generalmente gentili. Ovviamente ci va un po’ di cauzione soprattutto nelle città più grandi , ma non mi sono mai sentito in pericolo anche se giravo sempre con attrezzatura fotografica professionale.

Quand’è il periodo miglio per andare in Kazakistan?

Il Kazakistan non è famoso per il clima mite. Gli inverni sono molto freddi e le estati, soprattutto nelle pianure, sono molto calde. I mesi migliori sono da Maggio ad inizio Ottobre, soprattutto se hai intenzione di dormire in tenda e fare trekking.

C’è bisogno del visto per visitare il Kazakistan?

La maggior parte dei titolari di passaporto occidentali, Italia inclusa, non hanno bisogno di un visto per entrare in Kazakistan per una visita di massimo 30 giorni. Il giorno di entrata conta sempre come il giorno 1, anche alle 23:59.

E’ possibile visitare il Kazakistan senza guida turistica?

yurt camp in kazakhstan

Sì assolutamente, ma tieni presente che alcuni luoghi sono così remoti che non è possibile visitarli senza un’auto 4×4 e a meno che tu non sia un autista molto esperto (o non abbia molto tempo per arrivarci a piedi) è molto meglio chiedere ad un tour operator locale di fornire un’auto e un autista. Un altro problema che ho notato è che la maggior parte dei villaggi remoti in cui è possibile soggiornare con alcune famiglie locali hanno una connessione internet molto scarsa (o completamente assente). Quindi i loro appartamenti non sono elencati in nessun sito web. Ho visto alcune yurte in luoghi incredibilmente spettacolari che purtroppo non è possibile prenotare in anticipo se sei straniero. Con un tour operator puoi trovare i posti migliori e più isolati, e rimanere lì per un paio di notti, cosa che non sarà possibile se organizzi tutto da solo.

Quindi il mio suggerimento è quello di organizzare la parte più semplice del viaggio da solo e poi contare su qualche agenzia turistica locale per i luoghi più remoti. Il mio viaggio è stato organizzato da Ak-Sai Travel, un tour operator specializzato in Asia Centrale. Tieni a mente che pochissime persone parlano inglese (il russo è la lingua più comune) quindi una guida locale che parla inglese e russo è molto utile.

Perché i nomi dei posti sono scritti in molti modi diversi in Kazakistan?

Una cosa che ho notato durante questo viaggio è che molto spesso i nomi dei posti sono scritti in modo diverso. Una delle ragioni principali è che il Kazakistan sta passando dall’alfabeto cirillico all’alfabeto latino (l’Uzbekistan lo ha già fatto) e ci vorrà fino al 2025 per completare il passaggio. Anche il nome del paese cambierà da Kazakistan a Qazaqstan. Perché lo stanno facendo? Ci sono diverse ragioni, ma come ha detto molto bene la BBC: “La speranza è che le lettere latine rendano più facile la modernizzazione del paese in un mondo globale e digitale”. Dato che il russo è la seconda lingua ufficiale del paese, i segni e i documenti ufficiali rimarranno comunque bilingue: in kazako con lettere latine e in russo con l’alfabeto cirillico. Se vuoi saperne di più su questo argomento non perderti questo articolo della BBC..

Cosa vedere e cosa fare nel Kazakistan Sud-Occidentale

map kazakhstan

Se clicchi nella mappa verrai reindirizzato su Google Maps dove troverai le locations dei posti di cui parlo in questo articolo.

Almaty

almaty cathedral

Il punto di partenza per il tuo viaggio è la città di Almaty, ex capitale del Kazakistan e la più grande città del paese. Qui ho scritto una guida in cui parlo più in dettaglio su cosa si può fare e vedere ad Almaty. Due giorni dovrebbero essere più che sufficienti per visitare Almaty, che è anche una buona scelta durante i mesi invernali se ti piace sciare. Anche se il Kazakistan faceva parte dell’Unione Sovietica, l’architettura della città è sorprendentemente meno sovietica di altre città, vedi ad esempio Bishkek la capitale del Kirghizistan.

Almaty è ben collegata con Istanbul e si può trovare volo economico dall’Italia utilizzando un motore di ricerca come Momondo. Gli alberghi non sono troppo costosi e si possono trovare buone offerte su Booking.com o Trip.com. Rispetto ad altri paesi dell’Asia, le camere sono piuttosto piccole.

Muoversi ad Almaty è abbastanza conveniente grazie alla metropolitana e ci sono diverse strade pedonali. Non è la mia città preferita nel mondo, ma ho davvero avuto una buona impressione. Sicuramente merita una visita!

Big Almaty Lake

big almaty lake

Kazakhstan is one of the largest countries in the world. In this travel guide you can read about some of the top things to see and to do in the south.

Una delle migliori escursioni giornaliere da Almaty è nel lago più famoso del Kazakistan: Il Big Almaty Lake che si trova a soli 30 km circa dalla città (ci vuole circa un’ora e mezza per raggiungerlo).

Per arrivarci hai diverse opzioni: puoi prendere un taxi e chiedere all’autista di aspettarti finché non hai finito di scattare qualche foto e camminare un po’ attorno al lago (probabilmente l’opzione migliore) oppure prendere il bus 28 dal President’s park fino ad un villaggio chiamato Kokshoky (ci vuole circa mezz’ora per arrivarci) e poi prendere uno dei minivan che troverai lì. Ovviamente si può anche prenotare un tour giornaliero da Almaty. In questo caso puoi chiedere consigli nell’hotel dove alloggi. Il momento migliore per visitare il lago è l’inizio dell’autunno quando troverai i colori migliori.

Saty Village

saty village

Saty è un villaggio remoto a circa 5 ore di macchina da Almaty. Per quanto ne so non ci sono mezzi pubblici che vanno lì quindi le uniche opzioni sono noleggiare un’auto o prenotare un tour. Consiglio quest’ultimo perché Saty è solo il punto di partenza per visitare i laghi Kaindy e Kolsay e avrai bisogno di un’auto 4WD per arrivarci e un autista esperto soprattutto se ha appena piovuto. A Saty puoi alloggiare in una delle tante guest house gestite dalle famiglie che vivono lì. Non c’è molto da fare nel villaggio. Se ti piace la fotografia puoi fare un’escursione nella collina sulla sinistra prima di entrare nel villaggio. La vista al tramonto è piuttosto bella. Le foto le ho però scattate col drone, quindi non aspettarti la stessa vista (qui altre info sulle limitazioni all’uso dei droni all’estero).

saty village kazakhstan

Vista aerea delle montagne attorno a Saty village

saty village kazakhstan

Poco prima di arrivare a Saty c’è un checkpoint quindi ricordati di portare il passaporto o non potrai proseguire oltre (non si accettano fotocopie). Ti consiglio di passare due notti a Saty. Il primo giorno puoi andare a Kaindy Lake e il secondo giorno a Kolsay Lake 1 e camminare fino a Kolsay Lake 2 per poi tornare a Saty per la notte.

Kaindy Lake

Kaindy Lake’s sunken forest

Il lago Kaindy è famoso per la foresta di abeti semi-sommersa. Il lago si è formato nel 1911 dopo un potente terremoto che ha creato una diga naturale e ha impedito il deflusso dell’acqua. La vecchia foresta di abeti rossi è rimasta coperta per metà dal nuovo lago. Questa è la seconda foresta sommersa che ho visitato. La prima è stata a Taiwan nel 2015 nella regione centrale di Nantou dove un terremoto altrettanto potente ha prodotto lo stesso risultato, anche se non così spettacolare.

taiwan sunken forest

La foresta sommersa a Nantou, Taiwan

Ci vogliono circa 45 minuti da Saty per arrivare a Kaindy e si può andare da un’estremità del lago all’altra in circa un’ora a piedi. L’escursione è facile e ci sono diversi punti dove ci si può fermare e fotografare gli alberi sommersi dall’alto. Se ti senti particolarmente pigro puoi fare lo stesso percorso a cavallo.

Si possono ancora vedere i rami degli alberi sott’acqua anche se sono passati più di 100 anni dall’inondazione.

Dopo la giornata a Kaindy puoi tornare a Saty e ti consiglio di andare a dormire presto. L’escursione a Kolsay sarà molto faticosa…

Kolsay Lake 1 e Kolsay Lake 2

kolsay lake 1

Il primo lago Kolsay si trova a circa 30 minuti da Saty Village. Se ami le escursioni medio-difficili, i laghi Kolsay 1 e 2 sono il luogo perfetto da visitare. Onestamente io non ero pronto per la camminata e devo ammettere che è stata molto impegnativa. L’altitudine del primo lago è di 1818 metri e del secondo lago di 2252 metri.

kolsay lake 1

Il trekking è lungo più di 9 km (sola andata). Considerando che prima di iniziare l’escursione ho camminato nella direzione opposta per scattare qualche altra foto del primo lago ho percorso oltre 20 Km in un giorno. Tieni presente che la maggior parte del percorso è piuttosto accidentato. Detto questo, se sei una persona che va in montagna regolarmente e sei abituato a percorsi impegnativi questa è un’escursione di difficoltà media. In tutti gli altri casi questa escursione è considerata difficile. L’opzione migliore (avrei voluto saperlo prima di andarci) sarebbe arrivare al secondo lago a cavallo e magari tornare indietro a piedi o, meglio ancora, camminare fino al secondo lago, accamparsi lì per la notte (devi portarti la tenda) e poi tornare a piedi il giorno successivo. 20Km sono veramente troppi in un giorno e quando arriverai al secondo lago sarai così esausto che non ti godrai il paesaggio.

kolsay lake 2

I colori spettacolari del Kolsay Lake 2. L’acqua del lago è gelida.

Il terzo lago Kolsay si trova molto vicino al confine col Kirghizistan e per questo gli stranieri non possono andarci. Si trova a 6 Km dal secondo lago ad un altezza di 2650 m. Ho letto che esiste anche un 4° lago Kolsay nell’altro lato del passo Sary-Bulak Pass (3278 m) in Kirghizistan ma, per ora, non è possibile attraversare il confine da quel punto.

Charyn Canyon

charyn canyon kazakhstan

Il Charyn Canyon è stato senza dubbio il posto più bello e spettacolare che abbia visto e fotografato durante il mio viaggio nel Kazakistan meridionale. Ecco qualche foto:

charyn canyon kazakhstan

Foto aerea del Charyn Canyon da Bestamak.

charyn canyon kazakhstan

Il fiume Charyn che attraversa il Charyn canyon al tramonto

Charyn Canyon (anche scritto Sharyn Canyon) fa parte del Charyn Canyon National Park e si estende per 154 km lungo il fiume Charyn. Se arrivi da Saty, il primo stop è probabilmente al punto panoramico chiamato su Google Charyn Canyon point of view (a queste coordinate: 43.269381, 78.972902). Ci vuole circa 1 ora e mezza per arrivarci (non ci sono mezzi pubblici). Qui puoi scattare alcune foto del fiume Charyn che scorre attraverso il canyon.

Dal punto panoramico hai alcune opzioni. Alcune persone decidono di passare la notte nel canyon per conto proprio. Altri optano per lo yurt resort. È possibile prenotare direttamente da Booking.com. Io ho soggiornato in un piccolo campo preparato solo per il nostro gruppo. Il nome del campo è Bestamak ma è così remoto che non lo troverai neanche su Google e la strada così dissestata che anche con un’auto 4×4 è stato molto impegnativo arrivarci. Il panorama è piuttosto spettacolare visto che devi discendere nel canyon.

La strada che porta a Bestamak

charyn canyon Kazakhstan

Vista aerea del Canyon Bestamak

A Bestamak non c’è molto da fare a meno che non si voglia usarlo come campo base per fare escursioni nel canyon. Non c’è elettricità, non c’è segnale telefonico e a meno che non si prenoti un tour con un’agenzia di viaggi, si dovrà portare il proprio cibo. E’ stato bello staccare dal mondo per un po’, ma se è un esperienza po’ troppo estrema per te forse potresti considerare l’opzione del campo di yurte.

Ecco un fatto interessante: il canyon più lungo del mondo è stato scoperto solo nel 2013 in Groenlandia ed è lungo 750 km.

Dopo aver riposato tutto il pomeriggio ci siamo svegliati alle 2:30 del mattino per vedere il tramonto in un altro punto del Canyon chiamato: the Valley of Castles (su Google si chiama Charyn Canyon View Point e lo puoi trovare a queste coordinate: 43.355800, 79.056852). E’ probabilmente il punto migliore per fotografare l’alba. Cosa ne pensi?

valley of castles

Il posto dove fotografare l’alba è semplicemente perfetto

Questo ha segnato la fine del mio itinerario nel sud-est del Kazakistan. Dalla Valle dei Castelli il nostro autista ci ha portato a Karkara per attraversare il confine tra Kazakistan e Kirghizistan. (Maggiori informazioni sul Kirghizistan in un altro post a breve). Queste sono alcune delle foto che ho scattato guidando attraverso il Kazakistan.

horses in kazakshtan
camels dromedary
Kazakhstan-Kyrgyzstan border

Nella foto sopra si vede il confine tra Kazakistan e Kirghizistan.

Consigli utili per organizzare il tuo viaggio in Kazakistan

  • Pochissime persone parlano inglese. La lingua comune è il Russo quindi potrebbe essere una buona idea imparare qualche parola in russo e scaricare un’applicazione per tradurre dall’inglese al russo.
  • Le persone che vivono nei paesi dell’Asia centrale sono amanti della carne. Non aspettarti di trovare molte verdure. Questo è dovuto in parte al clima rigido e anche al passato nomade delle persone. Se sei vegetariano/vegano farai parecchia fatica…
  • Non dimenticate la crema solare perché soprattutto in estate, se fai trekking, il sole ti cuocerà rapidamente la pelle….
  • Come sempre, consiglio di scaricare una VPN e usarla ogni volta che ci si connette ad una rete wifi pubblica. Qui spiego perché… Io uso ExpressVPN e funziona molto bene.
  • E’ facile e conveniente cambiare denaro nelle grandi città, ma non appena le lascerai avrai difficoltà a trovare un bancomat. Quindi portati un po’ di soldi in contanti.
  • Ufficialmente i Kazaki sono musulmani, ma dopo essere tanti anni sotto il controllo dell’Unione Sovietica hanno perso la loro devozione all’Islam. E’ stato davvero sorprendente per me parlare con così tante persone che sono ufficialmente musulmane ma in realtà atee..
  • La carne di cavallo è abbastanza comune. Non mi sorprende visto che anche in Italia si mangia carne di cavallo ma so che per alcune nazionalità è un taboo. Tienilo a mente se non ti piace l’idea di mangiare questo tipo di carne.
  • Se hai bisogno di una guida dettagliata puoi acquistare la Lonely Planet del Kazakistan, co-scritta dal mio amico Stephen Lioy (che ha anche viaggiato moltissimo nello Yunnan). Purtroppo al momento c’è solo in Inglese. La versione Italiana risale al 2014.
  • Fuori dalle grandi città, il segnale internet è molto debole o completamente assente.

Qui puoi trovare le mie foto del viaggio in Kazakistan.

Guarda il video del mio viaggio in Kazakistan e Kirghizistan in 4K.

DISCLAIMER: Questa pubblicazione è resa possibile grazie al supporto dell’American People through the United States Agency for International Development (USAID) Competitiveness, Trade, and Jobs Activity in Central Asia. Il contenuto di questa pubblicazione è sola responsabilità di Fabio Nodari e non riflette necessariamente il punto di vista di USAID o del Governo degli Stati Uniti d’America.

2 commenti su “Cosa vedere nel Sud-Est del Kazakistan”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *