Vai al contenuto

Cosa fare e cosa vedere a Kuala Lumpur in 3 giorni

In questo articolo spiego cosa vedere e cosa fare in 3 giorni a Kuala Lumpur, la capitale della Malesia.

cosa vedere a kuala lumpur

Ci sono alcune città da cui ci si aspetta molto, solo per poi rimanere delusi quando le visitiamo. Altre invece, forse perchè non si sa molto, si rivelano meglio di quello che ci aspettavamo. Kuala Lumpur è una di queste.

Anche se ho spesso sentito parlare bene della capitale della Malesia, sinceramente non mi aspettavo più di tanto (soprattutto avendo visto molte città Asiatiche). Invece è stata una belle sorpresa: gente cordiale, città piena di parchi e di verde ovunque, cibo ottimo e un’architettura particolare dovuta alla grande diversità etnica dei suoi abitanti. Kuala Lumpur è una città dalle tre anime dove Musulmani, Indiani e Cinesi convivono senza molti problemi.

Tre giorni possono bastare ma se hai un po’ più di tempo potrai avere più tempo per espolare alcuni posti meno turistici e magari fare un’escursione di un giorno a Malacca o altrove.

Come arrivare a Kuala Lumpur e come muoversi

come muoversi a kuala lumpur

Molto probabilmente arriverai in Malesia con un volo. Puoi trovare i voli più scontati usando un motore di ricerca come Trip. Un’altro modo per arrivare a Kuala Lumpur è con un bus da Singapore.
Una volta atterrato in uno dei due terminal di Kuala Lumpur (l’aereoporto si trova a circa un’ora di distanza dalla città) hai quattro opzioni per raggiungere l’hotel.

  • Il primo, ed il più veloce, è usando il KLIA Ekspres, il treno che ti porta alla stazione Sentral, nel centro di Kuala Lumpur. Non è però l’opzione più economica. Inoltre una volta alla stazione dovrai prendere un taxi per raggiungere l’hotel (alcuni siti offrono però il biglietto KLIA Ekspress con una corsa in taxi inclusa).
  • La seconda opzione è il taxi. I taxi nell’aeroporto funzionano in maniera diversa rispetto agli altri posti. Dovrai prima acquistare un biglietto nei chioschi appositi specificando la destinazione e pagare direttamente li. Quindi puoi cercare il taxi e mostrargli la ricevuta. Non dovrai così pagare nulla al taxista. Credo che sia un ottimo modo per evitare di essere fregati dai taxisti in aeroporto, che si approfittano spesso dei turisti chiedendogli prezzi spropositati.
  • come arrivare a kuala lumpur dall'aeroportoLa terza opzione, e decisamente la più economica, è quella di prendere il pullman che per pochi Ringgit ti porterà alla stazione Sentral. Una volta lì potrai prendere il taxi o la metro per il tuo albergo. Per prendere il bus (disponibile sia nel terminal 1 che nel terminal 2) devi cercare questa biglietteria.
  • L’ultima opzione è quella di prenotare in anticipo il trasferimento da e per l’aeroporto, l’ideale dopo molte ore di aereo o se atterri in orari scomodi.

I mezzi di trasporto sono forse la cosa che mi è piaciuta di meno di Kuala Lumpur. La metro è gestita da compagnie diverse e le varie linee non sono collegate molto bene tra di loro. Inoltre per alcune linee bisogna aspettare molto tempo. Per esempio, per prendere il treno per le Batu Caves ho dovuto aspettare un ora e mezza, una cosa davvero strana se si pensa che è forse la meta turistica più popolare di KL. La monorail è molto vecchia e aveva solo due vagoni, davvero pochi per una città di circa 8 milioni di abitanti. Detto questo, l’impressione che ho avuto di Kuala Lumpur è stata più che ottima.

Dove dormire

Come gran parte delle città in Asia, gli hotel sono relativamente economici, soprattutto rispetto all’Europa. Durante la mia visita a Kuala Lumpur ho dormito al Furama Bukit Bintang, un ottimo 4 stelle che si trova al centro della città incredibilmente poco costoso. Si trova anche a meno di 5 minuti a piedi dalla metro, cosa non da sottovalutare quando si visitano paesi tropicali e l’umidità è opprimente tutto l’anno.

Un’altro aspetto molto interessante di questo albergo è la possibilità di accedere ad una sala disponibile per pochi ospiti dove poter fare colazione con molta più privacy rispetto a quella standard. Nell’hotel è presente anche una piscina all’aperto e una palestra. Mi sento di consigliare questa struttura a chi vuole passare qualche giorno a Kuala Lumpur.

Cosa fare e cosa vedere in tre giorni

Ecco alcune delle attrazioni principali della capitale della Malesia che puoi visitare in 3 giorni:

Batu Caves

batu caves

Le Batu Caves, situate appena fuori Kuala Lumpur, sono un complesso ipnotico di grotte calcaree e templi rupestri che simboleggiano la bellezza spirituale e naturale. Il sito è dominato da un’imponente statua dorata di Lord Murugan all’ingresso, che dà il benvenuto ai visitatori che salgono la ripida scalinata che conduce alle caverne.

Durante la salita, le vibranti tonalità dei 272 gradini contrastano con le suggestive formazioni calcaree. La grotta principale, la Cathedral Cave, è ornata da santuari e statue indù che creano un’atmosfera sacra. Le Batu Caves sono un importante sito religioso e un rifugio per gli amanti della natura, che offre viste panoramiche del paesaggio circostante dall’ingresso della grotta. L’annuale festival Thaipusam, caratterizzato da elaborate processioni e rituali, aggiunge ricchezza culturale a questa straordinaria destinazione.

Le Batu caves sono raggiungibili con il treno partendo dalla stazione Sentral. Accertati sugli orari perchè potresti aspettare molto sia per partire che per tornare indietro.

Central Market

Central Market a kuala lumpur

Il Central Market è un vivace centro culturale dove è possibile esplorare le arti, l’artigianato e i sapori malesi. Fondato dagli Inglesi nel 1888, questo mercato storico presenta una fusione di tradizione e modernità. Dall’artigianato locale alle diverse specialità culinarie, il Central Market è una destinazione unica per che ti immergerà nella cultura malese. Le bancarelle colorate e l’atmosfera vivace lo rendono un luogo imperdibile per i turisti e gli abitanti del luogo.

Il mercato è all’interno di un edificio e quindi ha l’aria condizionata: se fuori fa troppo caldo fatti un giro nel Central Market per riprenderti.

Lebuh Ampang – Little India

little india a kuala lumpur

Lebuh Ampang, noto anche come Little India, è un quartiere vivace e animato di Kuala Lumpur che offre una fetta di cultura indiana nel cuore della Malesia. Le strade sono adornate da negozi colorati e dai disegni intricati, che vendono di tutto, dalle spezie ai tessuti, fino agli abiti tradizionali indiani.

Fu stabilito dagli “Nattukottai Chettiar”, una comunità del’India meridionale. Non è una strada molto lunga ma si trova vicino al Central Market e vale la pena farci un giro.

Merdeka Square e Sultan Abdul Samad Building

Merdeka Square e Sultan Abdul Samad Building a kuala lumpur

Nel cuore di Kuala Lumpur, Merdeka Square è un punto di riferimento storico e simbolo dell’indipendenza della Malesia. Il grandioso Sultan Abdul Samad Building domina la piazza. Questo splendido capolavoro architettonico ospitava un tempo gli uffici amministrativi coloniali britannici ed è ora un simbolo duraturo della sovranità della nazione.

Il suo design di ispirazione moresca rende l’edificio uno sfondo iconico per vari eventi e celebrazioni nazionali. Merdeka Square, circondata da altre strutture significative, da una vegetazione lussureggiante e dalla bandiera malese, non è solo un sito storico, ma un vivace spazio civico dove abitanti e visitatori si riuniscono per apprezzare il passato e il presente della nazione.

Petaling Street – China Town

china town a kuala lumpur

Petaling Street, comunemente nota come Chinatown, è un quartiere vivace e animato nel cuore di Kuala Lumpur. Questa zona è rinomata per i suoi mercati di strada, dove è possibile trovare una pletora di bancarelle che offrono di tutto, dai prodotti tradizionali cinesi all’artigianato e allo street food appetitoso.

Petaling Street cattura lo spirito dinamico della comunità cinese di Kuala Lumpur. Chinatown è una meta imperdibile nel cuore della capitale malese.

Sri Mahamariamman Temple

tempio sri mahamariamman a kuala lumpur

Il tempio Sri Mahamariamman, situato nel cuore della Chinatown di Kuala Lumpur, è il più antico tempio indù della città e risale al 1873. Dedicato alla dea indù Mariamman, la splendida facciata del tempio è adornata da sculture colorate e decorazioni ornamentali.

Entrando, sarai accolto da un senso di tranquillità in mezzo a un ambiente unico. I dettagli intricati, le cerimonie vivaci e il profumo aromatico dell’incenso rendono il Tempio Sri Mahamariamman un’affascinante gemma culturale, che offre ai visitatori uno sguardo sul patrimonio spirituale della Malesia.

Sultan Abdul Samad Jamek Mosque

moschea sultan abdul samad jamek a kuala lumpur

La Moschea Sultan Abdul Samad Jamek, situata alla confluenza dei fiumi Klang e Gombak, è un magnifico simbolo dell’architettura islamica. Completata nel 1909, la moschea vanta influenze moghul, moresche e indo-saracene, creando una straordinaria miscela di dettagli intricati e cupole aggraziate.

Circondata da giardini lussureggianti e dotata di una grande sala di preghiera centrale, la moschea invita fedeli e visitatori ad ammirare la sua serena bellezza. La posizione strategica della moschea, vicino a Merdeka Square, ne accresce l’importanza storica, rendendola un luogo di culto e un punto di riferimento culturale nel cuore pulsante di Kuala Lumpur.

Fiumi Klang e Gombak

fiumi Klang Gombak a kuala lumpur

Il punto di confluenza dei fiumi Klang e Gombak simboleggia l’origine della città. Il fiume Gombak, con le sue acque limpide, e il fiume Klang, che scorre da nord-est, si fondono nel paesaggio urbano. Lungo le loro sponde si trovano monumenti storici, verde lussureggiante e mercati vivaci. Questi fiumi contribuiscono all’estetica della città e hanno svolto un ruolo cruciale nello sviluppo iniziale e nel commercio di Kuala Lumpur. Oggi sono arterie vitali, che collegano il passato con il presente nell’arazzo dinamico della capitale della Malesia.

Questo luogo si trova anche a pochi minuti dal Mercato Centrale.

Berjaya Times Square

Berjaya Times Square a kuala lumpur

Berjaya Times Square è un colossale complesso commerciale e di intrattenimento, uno dei punti di riferimento della città. Con le sue torri gemelle e l’ampio centro commerciale, offre una vasta gamma di punti vendita, dai marchi internazionali a quelli più locali.

L’atmosfera vibrante del centro commerciale, con un parco a tema al coperto e punti di ristoro, lo rende una destinazione popolare per gli abitanti del luogo e i turisti.

Guardare il tramonto sulle Petronas Towers dallo Sky Bar – Traders Hotel

petronas towers a kuala lumpur

Spesso la vista migliore di una città non si ha dalla cima dei grattacieli ma dai roof-top-bar. Questo è vero anche nel caso di Kuala Lumpur. Salendo sulla cima dell’hotel Traders nello Sky Bar si ha vista migliore di tutta la città, direttamente di fronte alle Petronas Towers.

sky bar kuala lumpur

Inoltre all’interno del bar si trova anche una piscina. Visto che è una meta molto popolare consiglio di prenotare con un paio di giorni di anticipo e farsi riservare la zona migliore per fotografare il tramonto. Purtroppo non è possibile usare il treppiede e i camerieri controllano continuamente se qualcuno lo fa. Tienilo a mente.

Titiwangsa Lake Garden (Taman Tasik Titiwangsa)

Titiwangsa Lake Garden (Taman Tasik Titiwangsa) a kuala lumpur

Il Titiwangsa Lake Garden, o Taman Tasik Titiwangsa in malese, è un’oasi di tranquillità che offre una fuga dal trambusto urbano. Situato intorno al lago Titiwangsa, il parco offre una vegetazione lussureggiante, sentieri per fare jogging e bei panorami.

È possibile praticare attività ricreative come il canottaggio, la pesca o semplicemente passeggiare lungo il lungolago. Il parco ospita diverse attrazioni, tra cui il complesso sportivo di Titiwangsa e la biblioteca di Kuala Lumpur.

Mangiare a più non posso

cibo malesia

La Malesia è famosa per il suo eccellente street food, e c’è un motivo. Il mix tra Indiani, Musulmani e Cinesi ha creato una varietà incedibile di piatti e sapori che fanno della Malesia, e soprattutto Kuala Lumpur, un posto unico al mondo. Non aver paura di provare cibi strani e se proprio non riesci a mangiare il piccante basta dire “no spicy please”.

Qui trovi altre foto che ho scattato in Malesia. Se stai pianificando un viaggio in Malesia potresti fare anche una breve sosta a Singapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *