Vai al contenuto

Una visita a Xijiang(西江): il villaggio della minoranza Miao in Guizhou

Xijiang (西江) è il più grande villaggio della minoranza Miao in Cina. In questo articolo trovi diverse informazioni utili per organizzare un viaggio in autonomia.

xijiang villaggio miao nel guizhou

Non molti sanno che quando si parla di Cinesi in realtà ci si riferisce solo ad una delle 56 etnie riconosciute dal governo della Cina. Per la precisione quelli che noi chiamiamo Cinesi appartengono all’etnia Han. Le altre 55 minoranze etniche costituiscono circa il 9% dell’intera popolazione Cinese.

Due delle province Cinesi con il maggior numero di minoranze etniche sono lo Yunnan ed il Guizhou. Nel mio blog ho parlato molto dello Yunnan ma anche il Guizhou merita una menzione particolare. Seppur, almeno secondo me, non spettacolare come lo Yunnan, si tratta comunque di una delle provincie più belle e interessanti sia a livello storico che culturale.

Senza entrare troppo nei dettagli, per riassumere quello che c’è bisogno di sapere sul Guizhou basta conoscere quello che dicono i Cinesi su questa provincia: non ci sono tre metri di terra pianeggiante, non ci sono tre giorni di fila di sole e nessuno ha tre monete d’argento in tasca. La traduzione in Italiano perde un po’ di valore ma il concetto è che storicamente il Guizhou è una provincia in cui piove sempre, la gente è molto povera e ci sono solo montagne.

La prima impressione per chi non ha mai sentito parlare di questo posto è che non si tratti di un luogo eccezionale da visitare ma la realtà è che proprio a motivo della sua posizione è una delle province in cui ci sono più minoranze ed è possibile fare un salto indietro nel tempo. Anzi in alcuni posti sembra proprio che il tempo sia fermato. Per quanto riguarda il clima purtroppo è vero che piove spesso ma questo aggiunge una certa atmosfera ai suoi paesaggi stupendi. Anche se nel mio ultimo viaggio mi sono concentrato particolarmente sulla minoranza Miao spero di poter esplorare anche alcuni dei paesagggi caratteristici del Guizhou.

Sparsi per la provincia ci sono centinaia di villaggi più o meno belli e più o meno raggiungibili ma il più famoso di tutti è senza dubbio Xijiang: il villaggio delle mille case Miao.

Una breve introduzione sulla minoranza Miao

come arrivare a xijiang

La minoranza Miao è la più presente nel Guizhou. I criteri affinchè una minoranza sia riconosciuta dal governo Cinese sono abbastanza severi quindi esistono in realtà molte altre sotto-etnie Miao con usi e costumi completamente diversi rispetto a quella “ufficiale”. Se ti capiterà di visitare queste zone vedrai quindi come gli abiti e la lingua cambiano radicalmente da un villaggio all’altro anche se ufficialmente appartengono tutti all’etnia Miao.

Una caratteristica dei Miao è la passione per il Mijiu (il vino di riso), le acconciature molto appariscenti e l’utilizzo di decorazioni d’argento.

cosa fare nel guizhou

I festival Miao sono l’occasione ideale per bere il Mijiu: il vino di riso

Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di visitare l’ottimo Museo Provinciale nella capitale Guiyang. Ti renderai conto che parlare di Miao è una semplificazione che non rende giustizia ai numerosi gruppi etnici che lo compongono.

Cosa sapere prima di vistare Xijiang nel Guizhou

xijiang in cina

La prima cosa da menzionare è che Xijiang è il villaggio Miao più famoso e questo significa in una parola: turisti. Molti turisti. Se cerchi un’esperienza autentica Xijiang non è il posto ideale per te. Detto questo io sono dell’idea che valga la pena passarci almeno un paio di notti prima di esplorare altre zone più autentiche. Stare a Xijiang ti darà l’opportunità di rilassarti un po’ e goderti della vista incredibile delle case del villaggio senza però rinunciare alle comodità.

Un’aspetto positivo è che a differenza di Lijiang, nello Yunnan, ci sono ancora molte famiglie che ci vivono e quindi potrai vedere scene di vita quotidiana.

xijiang

Come in tutti i posti turistici della Cina dovrai pagare un biglietto d’ingresso. Col biglietto avrai anche accesso ad uno show nella piazza principale che SCONSIGLIO di vedere perchè è una vera perdita di tempo. Potrai vedere, se sei interessato, uno show molto più autentico (e senza propaganda politica) nel villaggio di Langde (朗德) a circa un’ora di strada.

Per quanto riguarda l’alloggio le scelte non mancano visto che è una zona molto turistica. Puoi prenotare in anticipo usando Booking.com, Trip.com (l’opzione migliore per la Cina) oppure cercare qualcosa una volta arrivato li. Ricorda che la colazione negli hotel Cinesi non è come la nostra. Molto probabilmente consisterà in noodles in brodo e riso. Tienilo a mente e magari organizzati in anticipo.

Arrivare a Xijiang è relativamente semplice. Ci sono numerosi bus in partenza da Guiyang ogni giorno che impiegano circa 4 ore. Un’altra opzione è partire da Kaili e ci vuole circa 1 ora e mezza di strada.

Langde (朗德): un’esperienza un po’ più autentica

langde vicino xijiang

Langde è un’altro villaggio Miao a circa un’ora di strada da Xijiang. Il modo migliore per arrivarci è con un mezzo proprio.
Rappresenta un’esperienza un po’ più autentica rispetto a Xijiang pur essendo comunque un po’ sfruttato per il turismo. Nel pomeriggio è possibile assistere ad uno show eseguito dalle persone del villaggio. Lo spettacolo è molto bello e decisamente più interessante rispetto a quello di Xijiang.

villaggio langde nel guizhou

Girando per le vie del piccolo villaggio si ha un’idea precisa di quello che sta succedendo in Cina: un’esodo senza precedenti verso le città. In posti come Langde ci sono infatti solo anziani e bambini. E’ come se un’intera generazione fosse sparita. I genitori dei bambini emigrano e lasciano i figli con i nonni fino a quando sono grandi abbastana per vivere in città con i genitori senza essere un “peso” per loro.

Le persone che abitano questi villaggi sono generalmente molto gentili e sorridenti, soprattutto se avrai modo di visitare villaggi in cui non ci sono turisti e raramente i locali vedono degli stranieri. Non sarà insolito che ti invitino a casa per condividere un pasto o solo per passare del tempo in compagnia. Sono esperienze come queste che rendono i viaggi indimenticabili e fanno capire come in realtà il mondo sia abitato per la gran parte da brave persone alla fine non molto diverse da me e te.

Considerazioni finali su Xijiang

villaggio xijiang

Xijiang è l’esempio perfetto del concetto Cinese di turismo: prendere un luogo affascinante, riempirlo di negozi che vendono souvenirs inutili prodotti in qualche fabbrica del nord-est e iniziare una serie infinita di lavori di costruzione che forse finiranno tra dieci anni. Non fraintendermi Xijiang è un posto che merita una visita a patto che tu sappia che non stai per andare a visitare un villaggio sperduto nelle montagne del Guizhou. Sarebbe bello che le autorità iniziassero a capire che il turismo deve essere sviluppato responsabilmente in modo che tutti, soprattutto la popolazione locale, possa beneficiarne ma forse per il momento è un po’ un’utopia.

Un’eccezione a questo triste trend è il villaggio Hemu nello Xinjiang che mi ha piacevolmente sorpreso. Speriamo che nei prossimi anni possa crescere questa consapevolezza anche da parte di chi ha il potere decisionale in Cina.

Qui trovi un articolo su Shaxi, un bel villaggio lungo l’antica via della seta meridionale. Qui trovi alcuni consigli su cosa fare e cosa vedere a Zhangjiajie.

2 commenti su “Una visita a Xijiang(西江): il villaggio della minoranza Miao in Guizhou”

  1. Sergio

    Bell’articolo. E’ interessante notare come la vita di persone comuni che vivono in zone così remote possa essere influenzata e radicalmente cambiata da coloro che hanno potere decisionale nei governi di questo mondo. Se questo è vero per queste popolazioni, chissà quanto noi “occidentali” siamo stati influenzati e manovrati, forse senza neanche rendercene conto.

Rispondi a Sergio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.