Vai al contenuto

Viaggio in Cina: la guida completa

In questo articolo trovi una guida molto esaustiva per organizzare il tuo primo viaggio in Cina.

Questo è un articolo un po’ più lungo del solito. Ho cercato di scriverlo in ordine logico. Se ti interessa una sezione specifica puoi cliccare sui link sotto:

dali three pagodas aerial

La Cina è un paese affascinante dalla storia millenaria che per molti secoli è stato il più avanzato al mondo. Moltissime invenzioni tuttora in uso sono nate proprio in Cina e non parlo solo delle 4 più famose: la carta, la stampa, la polvere da sparo e la bussola. La lista è pressochè infinita e puoi trovarla qui.

Da sempre però, salvo qualche eccezione, la Cina è anche un paese chiuso su se stesso. Non sembra avere molto interesse per il mondo esterno (a parte commerciarci) nè sembra particolarmente interessata ad aprirsi anche se, per forza di cose, recentemente le cose sono cambiate un po’. Il risultato è che ancora oggi la Cina è un paese completamente diverso dal resto del mondo. Non importa quanti paesi tu abbia visitato: la Cina è un mondo a parte e non troverai in nessun altro luogo le contraddizioni tipiche di questa nazione. La difficoltà maggiore, quando si organizza un viaggio in Cina è quella linguistica: pochissimi parlano Inglese.

Strettamente legata alla lingua c’è la cultura: è impossibile capire una cultura se non si conosce la lingua o se comunque non se ne parla una in comune (qui trovi il mio reportage sulle donne dai piedi fasciati o “Piedi di Loto”). Quindi è facile trovare informazioni fuorvianti scritte da chi non ha capito nulla della Cina o semplicemente ha molti pregiudizi.

Inoltre i mass media ci mettono del loro e spesso descrivono la Cina come un posto terribile in cui vivere. Nulla potrebbe essere più lontano dalla realtà: la Cina è si un paese chiuso, politicamente, ma proprio per questo i Cinesi non sanno molto di quello che succede al di fuori e sono quindi generalmente molto curiosi e cordiali verso gli stranieri. La realtà è che la Cina è uno dei posti migliori in cui essere stranieri, soprattutto se si è occidentali.

Questa piccola introduzione era d’obbligo per farti capire che prima di andare in Cina bisogna dimenticare quello che si pensa di sapere. Ti sorprenderà sapere tra l’altro che la Cina non è il paese più inquinato al mondo come invece si pensa spesso.

Qual è il periodo migliore per un viaggio in Cina?

periodo migliore per un viaggio in Cina consigli

Questa è una delle prime domande che si fa chi decide di fare un viaggio in Cina. Purtroppo la maggior parte delle persone non può prendere ferie quando vuole. Spesso si hanno ferie ad Agosto e nel periodo di Natale che sono due tra i periodi peggiori per andare in vacanza purtroppo.

La realtà è che la Cina è una nazione enorme e quindi non esiste un vero e proprio periodo sbagliato o giusto a parte quando ci sono le festività nazionali. L’estate per esempio è calda e umida in tutta l’Asia, ma se vai in Tibet non avrai problemi di questo genere. L’inverno è freddo nel nord ma se vai ad Hainan, nel sud, potrai fare il bagno. Quindi ecco qualche consiglio su qual è il periodo migliore per fare un viaggio in Cina:

  • Evita i periodi di festa nazionale in Cina come il capodanno Cinese e i primi dieci giorni di Ottobre. Qui trovi una lista di tutte le festività Cinesi. Agosto, anche se non è un periodo festivo è comunque considerato alta stagione perchè gli studenti sono in ferie. E in Cina ci sono tantissimi studenti…
  • A partire da Aprile inizia la stagione delle piogge in gran parte della Cina e spesso piove per giorni interi.
  • In Estate è caldo e umido in tutta la Cina, tranne che nello Yunnan (a parte la zona meridionale della provincia) e in Tibet. Non è il periodo ideale ma purtroppo molti non hanno altra scelta.
  • L’Autunno è generalmente una buona stagione per viaggiare in Cina con temperature miti quasi ovunque.
  • L’Inverno, soprattutto al nord non perdona: ci possono essere sino a -20 gradi in alcune aree e non è il massimo per un viaggio in Cina. Al sud invece non fa particolarmente freddo quindi potrebbe essere un buon periodo se vuoi visitare la Cina meridionale (qui la mia guida di viaggio a Xishuangbanna).
  • I mesi di Febbraio e Marzo sono, secondo la mia esperienza, un altro buon periodo per viaggiare. Le temperature iniziano ad aumentare e generalmente il cielo è sereno. Può fare ancore freddo al nord ma visto che di solito c’è il sole, è più sopportabile. Inoltre ad inizio Marzo inizia la fioritura. Proprio a Marzo puoi vedere lo spettacolo dei campi di colza fioriti a Luoping. Se dovessi scegliere un mese in cui visitare la Cina sarebbe proprio a cavallo tra Febbraio e Marzo subito dopo il capodanno Cinese.

Qual è la compagnia aerea migliore

compagnia aerea migliore per viaggiare in Cina

Dipende cosa da intendi. Io generalmente per “compagnia aerea migliore” intendo quella più economica e che non mi faccia fare tre scali in tre aeroporti diversi con un attesa di 8 ore ciascuno. Risparmiare va bene ma a tutto c’è un limite.

Nei miei viaggi in Cina ho volato con diverse compagnie come British Airways, Lufthansa, Hainan Airlines, Air China, China Southern oltre ad alcune low cost per i viaggi dentro la Cina. Dopo innumerevoli voli intercontinentali posso dire che è bello viaggiare con compagnie come la Singapore Airlines ma dopo il viaggio non ti resta nulla in più rispetto a compagnie come la Hainan. Anzi se voli con compagnie secondarie ti resteranno in tasca un bel po’ di soldi!

Per prenotare uso motori di ricerca come Momondo e provo diverse combinazioni di date e destinazioni. Cerco anche di controllare manualmente sui siti delle compagnie aeree. Se ti procuri una VPN, oltre ad evitare che qualcuno ti hackeri mentre sei collegato ad un wifi, puoi trovare voli più economici perchè puoi far sembrare che il tuo indirizzo IP provenga da un altro paese e spesso i prezzi cambiano in base al paese di provenienza del visitatore. Provare per credere.

Infine tieni presente che è sempre più economico prenotare andata e ritorno dalla stessa città ma viste le dimensioni della Cina questo non è sempre possibile. Se la differenza di prezzo è molta, puoi comunque prenotare andata e ritorno dalla stessa città e controllare se ci sono treni veloci che collegano la tua destinazione finale con la città da cui prenderai il volo per rientrare in Italia.

Come ottenere il visto per la Cina

jianshui

Una delle difficoltà maggiori di un viaggio in Cina è legata al Visto. E’ necessario averne uno prima di entrare nel paese e le informazioni sono spesso confuse. Non voglio dare informazioni fuorvianti quindi ti consiglio di contattare le agenzie ufficiali per procurarti il Visto. Qui trovi il link a Visa For China Milano e qui a Visa for China Roma. Se sei residente in Toscana puoi fare richiesta del visto direttamente al consolato Cinese a Firenze risparmiando un bel po’ di soldi rispetto alle Agenzie che ho menzionato.

Senza scendere troppo nello specifico sappi che se vuoi fare un viaggio in Cina, come turista, hai bisogno di un visto turistico e per ottenerlo devi avere fatto tutte le prenotazioni di alberghi e aerei e provvedere un itinerario di massima. Come Italiani possiamo avere purtroppo, al momento, un visto turistico valido 6 mesi con un solo ingresso di 30 giorni. Tecnicamente andando a leggere sui siti ufficiali esiste anche un visto turistico multi-entry ma in realtà non viene mai rilasciato. Gli Americani se la passano decisamente meglio visto che possono avere un visto valido 10 anni con ingressi di 60 giorni ciascuno. Speriamo che le cose cambino anche per i cittadini europei.

Se per qualche motivo ti trovi già in giro per il mondo e hai bisogno di un visto cinese non preoccuparti. E’ possibile fare richiesta in una delle varie Agenzie di Visa for China in giro per il mondo. Se sei ad Hong Kong è ancora più facile. Ci sono agenzie di viaggio specializzate che fanno tutto in un paio di giorni. Basta pagare. Io ho ottenuto un visto con due ingressi cosa che in Italia non era possibile. Tieni presente però che se hai già un visto Cinese usato in passato è più difficile ottenerne un altro ad Hong Kong. I visti possono crearti un bel po’ di mal di testa ed è quindi molto importante che pianifichi bene questa fase delicata del tuo viaggi. Se hai bisogno di passare più tempo in Cina, le agenzie viaggio di Hong Kong possono risolvere anche questo problema, ma ovviamente il prezzo è elevato. Qui trovi la mia guida completa per visitare Hong Kong.

Quale assicurazione di viaggio scegliere

Partire per un viaggio in Cina senza un assicurazione è molto rischioso. Se hai un’assicurazione sulla vita prova a sentire la compagnia con cui sei assicurato. Magari offrono anche un pacchetto per i viaggi ma accertati che la Cina sia tra i paesi coperti dalla loro assistenza.

Come prenotare gli hotel per il tuo viaggio in Cina

come prenotare un hotel in Cina

Gli alberghi in Cina meriterebbero un post a parte. Nei miei viaggio ho avuto modo di provare qualsiasi categoria. Dai più lussuosi ai più disastrati. Sono stato per esempio nell’albergo più vecchio della Cina, aperto nei primi anni del 1800 a Shanghai ed in cui hanno dormito anche Albert Einstein e Bertrand Russel (la foto sopra è della sala da ballo dell’albergo). Una volta invece sono finito in un hotel a più di 3000 metri di altezza nel bel mezzo di una tempesta di neve e non c’era nè riscaldamento nè acqua calda! C’erano 3 gradi in camera. Una volta ho anche fatto campeggio ad un’altitudine di 4500 metri, in inverno.

La maggior parte delle volte che ho fatto un viaggio in Cina non ho avuto esperienze così traumatiche ma posso dire che di solito gli alberghi Cinesi hanno standard molto più bassi rispetto a quello a cui siamo abituati soprattutto se ti allontani da città grosse come Pechino, Shanghai o Guangzhou.

Per standard intendo innanzitutto la durezza del materasso: ai cinesi piace dormire su materassi che sembrano tavole di legno perchè sono convinti faccia bene alla schiena. Solo gli alberghi più costosi (quindi con 4 o 5 stelle) hanno letti morbidi. Se hai problemi di schiena tienilo presente. Anche la pulizia non è il massimo negli alberghi più economici.

Infine il cibo, sia colazione che pranzo e cena, è decisamente cinese negli alberghi di categorie più basse. Non fraintendermi io amo il cibo cinese, ma ritrovarsi una zuppa con spaghetti di riso con tanto di testa di gallo come colazione non è il mio ideale (è successo mentre visitavo le terrazze di riso a YuanYang)! Per farla breve: in Cina puoi spendere veramente poco per gli alberghi ma devi adattarti molto.

Con Booking.com puoi trovare ottime offerte soprattutto prenotando con un po’ di anticipo. In alternativa controlla su Agoda, un motore di ricerca molto utile per prenotare alberghi in Asia.

Un altro sito molto utile è Trip.com. Si tratta di un motore di ricerca Cinese che ti permette di prenotare Aerei, Treni, Alberghi ecc.. Direi molto utile soprattutto per i treni (ne parlo dopo) e gli alberghi se visiti zone un po’ remote.

Come muoversi in Cina

come muoversi in cina consigli pratici

Una delle scelte più importanti per la riuscita del tuo viaggio in Cina sono i trasporti. Si tratta di un paese enorme e per questo devi pianificare bene il tuo itinerario o ti ritroverai a sprecare un sacco di tempo. Muoversi in Cina è relativamente economico soprattutto se non hai grossi problemi con la lingua e riesci ad adattarti.

A seconda delle distanze da percorrere, a soprattutto in base a dove vuoi andare, hai diverse opzioni tra cui scegliere. Ho specificato che dipende molto da dove vuoi andare perchè se hai intenzione di visitare qualche posto remoto molto probabilmente la tua unica opzione sarà il bus… Ricordati che per aquistare un biglietto avrai sempre bisogno del passaporto (a parte per i mezzi in città).

Aereo

Per le distanze più grandi, come Pechino-Shenzhen non hai molta scelta. A meno che tua abbia intenzione di passare 2 giorni in treno. Una volta l’ho fatto: 33 ore di treno filate. E’ stata un’esperienza interessante ma non la raccomando a tutti, soprattutto se hai pochi giorni a disposizione. L’aereo è quindi l’unica soluzione. Il problema delle compagnie aeree cinesi è che spesso i siti sono fatti male e sono solo in Cinese.

Inoltre nella maggior parte dei casi non accettano carte di credito che non siano Cinesi. L’unica soluzione quindi è prenotare con Trip. In Cina esistono alcune compagnie aeree lowcost ma niente di paragonabile a RyanAir. Quindi non pensare di trovare voli interni a 20€. Se però prenoti con un certo anticipo magari trovi alcuni voli attorno ai 100€. Prendere un aereo in Cina non è economico come in Europa.

Treno

Il treno è il mio mezzo di trasporto preferito quando viaggio in Cina. Ti permette di essere in contatto con le persone del posto e vedere posti che difficilmente potresti vedere. Capire come funzionano i treni in Cina non è però facile, soprattutto se è la prima volta che ne prendi uno. Innanzitutto bisogna fare una distinzione tra treni “normali” e treni veloci. I treni normali partono e arrivano spesso in stazioni completamente diverse da quelle dei treni veloci e sono decisamente più lenti. La prima difficoltà che incontrerai sarà quella di capire dove comprare un biglietto del treno.

Vista la quantità di Cinesi ti sconsiglio di comprare il biglietto alla stazione il giorno stesso in cui parti, molto probabilmente sarà tutto esaurito nonostante i treni abbiano molte carrozze. Purtroppo però non potrai neanche comprarlo con mesi di anticipo. I biglietti vengono infatti messi in prevendita solo 15 giorni prima della partenza. L’unico modo per acquistarli è attraverso Trip, app Cinesi, oppure qualche agenzia di viaggio. Io consiglio Trip.com perchè è molto semplice da usare e accetta carte di credito e debito occidentali. Questi sono i principali tipi di biglietto in vendita per ogni treno:

treni hard seat in cina

Hard seat: come si vede nella foto, si tratta di sedili (duri e non reclinabili) in file da tre. E’ la soluzione più economica ma anche la più scomoda per un viaggio in Cina. Te lo sconsiglio a meno che tu debba fare un viaggio breve o sei rimasto senza soldi.

Una volta ho fatto un viaggio di 7 ore in questo tipo di treno. Non ho intenzione di ripete l’esperienza. Un’altro problema di questo tipo di carrozza è che solo i due posti vicino al finestrino hanno un tavolo per appoggiarci qualcosa o per metterti giù con la testa e riposare. Tutti gli altri passano il tempo a fissare la persona davanti…

treni hard sleeper in cina

Hard sleeper: La soluzione ideale se non sei particolarmente interessato alla privacy. Si tratta di vagoni con cuccette senza porte. Ogni compartimento è organizzato con tre letti a castello di fronte ad altri tre letti. In pratica ci sono 6 letti per sezione ma non esistono porte. Lungo il corridoio ci sono alcuni sedili reclinabili ma sono pochi.

Al momento dell’acquisto del biglietto in stazione si può scegliere su quale letto stare: se in quello inferiore, quello a metà o quello più in alto. Il problema è che i letti restano aperti per tutto il viaggio quindi se sei nel letto a metà o in quello sopra dovrai stare seduto lì, oppure cercare un sedile vuoto e non alzarti mai. Se invece hai il letto più in basso non ci sono problemi perchè puoi tranquillamente starci seduto.

Il materasso, a dispetto del nome, non è particolarmente duro: è uguale a qualsiasi altro materasso in Cina. Tieni presente che se sali sul treno e prima di te c’era qualcun’altro al tuo posto, le coperte e il cuscino non vengono cambiati… Ho viaggiato spesso, anzi quasi sempre, su vagoni Hard sleeper, e mi sono trovato sempre bene, ma se è il tuo primo viaggio in Cina forse è meglio la prossima opzione.

treni soft sleeper in cina

Soft sleeper: i vagoni soft sleeper non hanno il materasso più morbido, come sembrerebbe indicare il nome, ma offrono più privacy. Ogni sezione ha 4 letti invece di 6 e ci sono le porte.

Questo tipo di biglietto costa leggermente di più rispetto ai vagoni hard sleeper. E’ l’ideale se viaggi in gruppo, perfetto se siete in quattro, ma se sei da solo potrebbe anche non essere una buona soluzione. Rischi di ritrovarti da solo in camera con persone che non conosci. Di solito i cinesi sono gentili e non ho mai avuto problemi ma se sei una donna e viaggi da sola non mi sento di raccomandarti questo tipo di soluzione. Se invece sei un uomo non ci sono problemi.

Soft sleeper (in 1-bed compartment): per alcune destinazioni da poco sono in vendita anche biglietti di questo tipo. In pratica una camera con un solo letto. Hanno un prezzo molto alto e non ho ancora avuto modo di provare questa opzione. Non credo comunque che sia una buona scelta. Mi sembra uno spreco di soldi.

Standing: una volta venduti tutti i posti a sedere nel vagone Hard Seat vengono messi in vendita i biglietti per stare in piedi. Hanno lo stesso prezzo dei posti a sedere ma non puoi sederti. Inutile dire che questo tipo di biglietti è solo utile se hai assoluta necessità di raggiungere una destinazione e non hai altra scelta.

Treno veloce o GaoTie

treno veloce in cina

Tra tutti i record detenuti dalla Cina c’è anche quello della linea ferroviaria di treni veloci più estesa al mondo: oltre 10000 Km in continua espansione. La cosa incredibile è che il primo tratto è stato aperto il 18 Aprile 2007! Giusto per fare un paragone: negli Stati Uniti non hanno neanche un Km di linea ferroviaria veloce…

Come nel caso dei treni normali, se vuoi comprare un biglietto devi prenotare con un certo anticipo soprattutto per tratte popolari come Shanghai-Pechino. Le stazioni sono grandi come aeroporti e sono molto pulite. Nulla a che vedere con l’Italia insomma. I prezzi sono ovviamente più elevati rispetto ai treni normali ma hanno comunque un costo più umano rispetto al Giappone per esempio. Qui trovi molte altre informazioni sui treni veloci in Cina. Il treno veloce è la soluzione migliore durante un viaggio in Cina per muoversi rapidamente se le distanze non sono eccessive.

Bus

bus in cina

I bus a lunga percorrenza sono spesso l’unica soluzione e non un alternativa agli altri mezzi, soprattutto se vai zone remote. Generalmente sono comodi ed economici. Per tratte popolari ti conviene acquitare il biglietto un giorno prima per evitare di rimanere a piedi. I bus notturni hanno i letti invece dei sedili.
Come ho spiegato all’inizio, ricordati di portare il passaporto perchè altrimenti non potrai comprare il biglietto. La legge in Cina prevede che tutti i passeggeri siano schedati.

Minivan

minivan in cina

Come nel caso dei bus, i minivano sono spesso l’unica soluzione. Nelle zone più remote sostituiscono i mezzi pubblici. Altre volte rimpiazzano i bus a lunga percorrenza che non coprono tratte molto frequentate. Nel caso dei minivan bisogna contrattare sul prezzo e cercare di spiegare dove si vuole arrivare. Se parli Cinese non avrai grossi problemi altrimenti è meglio farti scrivere tutto su un foglio da qualcuno che parla cinese.

I prezzi sono bassi a patto di saper contrattare. Un viaggio in Cina non è completo se non usi almeno una volta un minivan. 🙂

Muoversi in Città

hongyadong chongqing

Muoversi nella città cinesi è facile e la scelta dei mezzi è legata principalmente a due cose: la lontanza del posto che vuoi raggiungere e la tua conoscenza del cinese. Se conosci bene il cinese puoi scaricare l’APP Baidu Ditu (l’equivalente di Google Maps) e sarai in grado di muoverti con i mezzi pubblici ovunque tu sia in Cina. Io la uso spesso ed è veramente comoda.

Se invece non parli cinese l’unico mezzo pubblico facile da prendere è la metropolitana. Quella di Shanghai è la più lunga al mondo e quella di Pechino è quella con più passeggeri.

I taxi sono economici ma la soluzione migliore è usare app come Didi (Uber versione Cinese) che è in Inglese e ti farà risparmiare molto tempo, non dovendo cercare un taxi e non dovendo spiegare dove devi andare. Per i piccoli spostamenti puoi usare uno dei numerosi motorini che aspettano fermi nelle fermate della metro. Da poco anche le biciclette sono tornate di moda in Cina grazie a servizi di bike-sharing come Hellobike.

Cosa mangiare in Cina

cosa mangiare in cina

Parlare di cibo Cinese è sensato tanto quanto parlare di cibo Europeo. Più che una nazione la Cina è un continente e ogni provincia ha la sua cucina tipica. Inoltre ci sono 56 minoranze riconosciute ufficialmente dallo stato ed ognuna di esse ha una cucina caratteristica. Detto questo ci sono cose che troverai quasi ovunque come i noodles, l’hotpot, il fried rice ecc… Il consiglio che posso darti è di provare tutto facendo però attenzione a dove mangi.

Evita i posti palesemente sporchi (ci sarebbe da scrivere un altro post su cosa sia palesemente sporco). Purtroppo lo capirai solo con l’esperienza e dopo essere stato male qualche volta. Se qualcosa che hai nel piatto tocca il tavolo non raccoglierlo a meno che tu non voglia stare male. Nei ristoranti economici di solito non hanno l’acqua ma solo il tè ma non tidiranno nulla se compri una bottiglia in un altro negozio e la porti da loro. Lo fanno tutti. A volte mi porto anche del cibo di altri ristoranti e lo mangio lì. La Cina è anche questo.

Se hai problemi di intolleranze alimentari, come la celiachia, la Cina è in teoria il paese ideale perchè è quasi tutto a base di riso. In pratica le cose sono più complesse. Quasi nessuno cambia le pentole per cucinare e quindi gli alimenti a base di riso sono cucinati nelle stesse pentole in cui si cucinano quelli a base di farina. Non fidarti se ti dicono che non ci sono farine di grano nel cibo a meno che tu abbia trovato un ristorante per celiachi (esistono in Cina?!). La soluzione migliore è comprare da mangiare e cucinarselo da soli, soprattutto se si hanno intolleranze molto gravi. Tienilo presente se stai organizzando un viaggio in Cina.

Un’ultima raccomandazione, se non lo sai in Cina ci sono tantissimi Musulmani che provengono dalle province settentrionali ma si sono spostati un po’ in tutta la Cina. I loro ristoranti sono mediamente più puliti rispetto a quelli Han (i termine con cui si indicano i Cinesi). Per concludere, tieni presente che in Cina non serve lasciare la mancia.

Come usare internet in Cina

migliore vpn per la cina consigli pratici

Se ancora non l’avessi sentito in Cina Internet è censurato. Quello di cui non parla mai nessuno sono i veri motivi della censura. Se da una parte è chiaro ed ovvio che il governo censura le notizie non favorevoli alla propria agenda politica, dall’altro lato è sempre più evidente che certi siti vengono oscurati per favorire la controparte Cinese. In pratica si tratta di protezionismo.

Quello che comunque non cambia è che una volta arrivato in Cina non puoi usare Google, quindi il Play Store di Android non funziona, nè Gmail e praticamente tutti i social networks occidentali: Facebook, Instagram, Twitter, WordPress e anche Pinterest.

Come ho già parlato approfonditamente, per aggirare la censura devi procurati una VPN. Ti consiglio di farlo PRIMA di arrivare in Cina perchè dopo diventa più complicato, non impossibile ma decisamente più difficile. Se ti stai chiedendo se valga la pena spendere soldi per una VPN a pagamento, visto che ci sono VPN gratuite, la risposta è sì.

Spesso le VPN gratuite non funzionano o sono lentissime. Inoltre mantenere una struttura di server in tutto il mondo ha un costo enorme e non è possibile che venga offerto un servizio VPN gratuito. Questo significa che in qualche modo le compagnie devono monetizzare e spesso lo fanno in modi poco legali (leggi violazione della privacy e malware). Se vuoi un consiglio, io uso questa e mi trovo molto bene (la uso sempre anche quando sono in Italia).

In Cina tutti usano WeChat. Se vuoi farti nuovi amici inizia ad usarlo anche tu. Inoltre ha molte più funzioni di APP simili come Whatsapp o Telegram. Con WeChat si può pagare quasi tutto, dalle bollette, al taxi, al ristorante (ma devi avere un conto bancario Cinese). Con WeChat puoi fare chiamate e videochiamate, controllare dove si trova il pullman che stai aspettando, controllare il meteo e mille altre cose ed ha la possibilità di condividere aggiornamenti come su Facebook. Ha solo il piccolo difetto di essere, di fatto, sotto il controllo dello stato quindi potrai essere spiato in qualsiasi momento. Mentre con Facebook, FaceTime e altre APP la tua privacy sarà protetta (risata sarcastica…). Ti consiglio di usare Alipay per effettuare pagamenti mentre viaggi. Assieme a Wechat è di fatto l’app che ha rimpiazzato il contante in Cina, ormai da diversi anni.

Al contrario di quello che dice un’altra guida famosa, in Cina internet è veloce, molto veloce. Ovviamente se ti trovi in un posto remoto non pretendere di avere la connessione a 100MB ma in base alla mia esperienza anche nei posti più sperduti c’è il WiFi. Sotto questo aspetto la Cina ha fatto dei progressi enormi negli ultimi anni. Come ho già detto prima però tutto dipende dalla VPN che usi. Con una buona VPN internet sarà veloce, con una VPN gratuita è già tanto se riuscirai ad accedere ad Internet.

Viaggio in Cina: Tour o turista fai da te?

shangri-la yunnan

Alla fine di questa guida di viaggio sulla Cina spero di averti dato un’idea migliore di cosa aspettarti in Cina. Se pensi che sia fattibile ti consiglio di organizzare il viaggio per conto tuo: risparmierai parecchi soldi. Se invece non te la senti o vuoi comunque evitare problemi allora affidati ad un agenzia viaggi esperta.

Tieni presente che le province più sviluppate come per esempio il Jiangsu sono facilmente visitabili anche in completa autonomia, altre invece, come per esempio il Guizhou, un po’ meno.

La Cina è un paese sicuro?

In parole semplici sì: la Cina è in paese sicuro. Una delle cose che colpisce sempre chi visita questo paese per la prima volta è il numero elevato di poliziotti e di persone che lavorano per mantenere l’ordine. Ovviamente può succedere che qualche taxista cerchi di approfittarsene ma è veramente raro sentire notizie di turisti rapinati o cose simili. E stiamo parlando del paese più popoloso del mondo. Nulla a che vedere con il vicino Vietnam per esempio.

Altri consigli utili per il tuo viaggio in Cina

viaggio in Cina consigli
  • Prima di partire contatta la banca per evitare che ti venga bloccata la carta di credito dopo la prima operazione.
  • Se vuoi cambiare i tuoi € in RMB vai in una Bank of China. Hanno un modulo apposito da compilare per quel tipo di operazioni ed è sia in Inglese che in Cinese.
  • Il Bancomat funziona negli ATM delle banche più grandi e nei mall ma di sicuro non funzionerà nei ristoranti. Nessuno, o quasi, accetta carte di credito.
  • Per comunicare in Cina scarica il traduttore di Microsoft, che funziona senza internet, e Pleco, la migliore app per tradurre i caratteri e sentire la pronuncia.
  • Fatti una fotocopia del Visto e del Passaporto da tenere in caso di smarrimento.
  • comunicare a gesti in CinaSpesso si dice che a noi Italiani bastano i gesti per comunicare ovunque ci troviamo. Questo è vero ovunque…tranne che in Cina. Non hanno la più pallida idea del significato dei gesti, neanche i più basilari come i numeri. In questa foto trovi un esempio. Tieni presente che i più usati sono il numero 6 ed il numero 10.
  • Su Momondo puoi trovare alcuni voli scontati per la Cina.
  • Se non sai cosa visitare in Cina ti consiglio di partire dallo Yunnan, la mia provincia preferita. Ne ho parlato molto sul mio blog. Qui trovi la mia guida di viaggio allo Yunnan.
viaggio in Cina guida completa

Se sei in cerca di idee per il tuo viaggio in Cina, qui trovi diversi spunti. Qui invece trovi un articolo interessante che spiega cosa viene fatto per proteggere alcune specie a rischio in Cina. Se vuoi emigrare in Cina qui trovi alcuni consigli utili. Qui la guida di viaggio a Zhangjiajie.

Questo è uno dei luoghi più interessanti che ho visitato in Cina: Dulongjiang, famoso per le donne con il volto tatuato.

16 commenti su “Viaggio in Cina: la guida completa”

  1. FABIOLA

    Ma che bravo .Molto intetessante complementi.!!! Appena sto cercando di leggere tanto sulla Cina per decidete se partire fai da me ho in gruppo .Ho un po paura per la lingua .Non so niente il Cinese .sono stata in Giappone con mio marito al inizio eravavamo strezatti ma tutto quello che abbiamo organizzatto siamo riusciti a farcela .e abbiamo risparmiatto soldi .Spero farcela ancora con tuoi consigli.se poi piu avvanti decidiamo andare .spero risposte alle mie domande e miei dubbi.Un grande abbraccio.Fabiola

    1. Grazie Fabiola. La Cina è in effetti un paese piuttosto complicato in cui viaggiare soprattutto se è la prima volta. Detto questo le persone sono veramente gentili e vale la pena fare uno sforzo extra e cercare di organizzare il viaggio da soli così da essere anche “costretti” ad interagire un po’ con le persone del posto. Se non avete ancora deciso l’itinerario io ti consiglio di unire posti famosi come Pechino e Xian a luoghi un po’ fuori dalle mete turistiche come Yunnan e/o Guizhou. Dipende comunque anche molto dal periodo in cui volete andare.

  2. Ciao Fabio, sei un ottimo viaggiatore ed anche un valente scrittore. Trasmetti voglia di viaggiare anche a chi è già viaggiatore (da anni) come me ed anche fotografo. E grazie perchè condividi le tue preziose esperienze di viaggio con altri.

    1. Ti ringrazio molto Francesco per il tuo commento. Fa sempre piacere ricevere pareri positivi.

  3. Complimenti !

    Blog fatto bene, scritto bene e con ottime foto, sono davvero colpito, è perfetto per chi vuole andare in Cina per la prima volta come me, ottimo lavoro!

    Ti devo chiedere delle info, io sono un fotografo amatoriale e vorrei andare in Cina 3/4 settimane per vedere sia i campi di Colza che le risaie piene d’acqua, il lasso di tempo per prendere entrambi questi scenari qual’è ?
    inoltre, visto l’impossibilità di guidare in Cina, ci sono Taxi o simili con conducente da poter “noleggiare” per intere giornate per farsi portare dove si vuole ?

    grazie e ancora complimenti

    1. Ciao Dario grazie per il commento. Se ti riferisci ai campi di colza di Luoping (questi qui) e alle risaie di Yuanyang (qui il link) sono entrambe destinazioni in Yunnan. I campi di colza fioriscono verso inizio o metà Marzo (dipende dal clima) mentre le risaie si possono visitare tutto l’anno ma vengono riempite d’acqua fino a inizio Marzo. Quindi in teoria potresti farcela, ma ripeto, non esistono date certe. Potresti rischiare di arrivare in tempo per le risaie ma i campi di colza non sono ancora fioriti o peggio vedere i campi fioriti ma le risaie già vuote.
      Se vuoi un autista privato ti consiglio di contattare un’agenzia in modo che organizzino tutto loro anche perchè non basta di sicuro un giorno per vedere tutto. Se invece vuoi arrivare per conto tuo nelle varie destinazioni e poi muoverti con un autista locale si può fare. Devi però tenere presente che nessuno parla inglese e dovrai contrattare sul prezzo.

      1. Grazie mille Fabio, farò tesoro dei tuoi consigli e del tuo sito, molto probabilmente di disturberò ancora per qualche altra dritta prima di partire l’anno prossimo.

        Grazie ancora

  4. valeria

    ottima guida per chi come me si accinge ad organizzare un viaggio in Cina di 1 mese, ho letto che hai fatto 33 ore in treno, dato che sto valutando la tratta pechino-kunming nonostante tutti me l’abbiano sconsigliata, mi piacerebbe saperne di più su come ti sei trovato, se è fattibile, ecc. Grazie

  5. Ryder Thompson

    A complete and formative guide to the nation. Very impressed with all the photos and the content. Covered every important part for a traveler.

  6. Maria luisa

    Complimenti,guida chiara ed esaustiva!!
    m.luisa

  7. Claudio

    Ciao Fabio! Ho letto con molta attenzione la tua guida sulla Cina messa gentilmente a disposizione! L’ho trovata completa ed essenziale quantomeno per chi di viaggi ne mastichi un pò e non pensi che un viaggio in una terra lontana si possa fare solo se organizzato da una agenzia specializzata. Non ho in programma a breve viaggi in Cina, ma terrò a portata di mano la tua interessante guida nel caso prendessi in considerazione la cosa. Ti ringrazio per la gentilezza e la disponibilità e ti auguro molti e molti viaggi nei numerosi meravigliosi paesi del mondo!! Un caro saluto, Claudio PS non sono un fotografo professionista e attualmente fotografo con un tablet Samsung, ma se ti servissero foto delle Filippine (Regione Visayas) te le potrei inviare con piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *