Vai al contenuto

Cosa vedere nella Macedonia del Nord, la perla dei Balcani

Leggi la mia guida di viaggio in cui spiego cosa fare e cosa vedere nella Macedonia del Nord, uno dei paesi più belli dei Balcani.

Ci sono alcuni posti che sogno di visitare da che ho memoria. Tra questi ci sono la Groenlandia con le sue infinite distese ghiacciate o le pianure sconfinate della Mongolia. Ma sicuramente la Macedonia del Nord non ha mai avuto un posto di rilievo nella mia top 10 dei posti da visitare.

kepap in macedonia

Come sono finito sull’aereo per Skopje allora? A dirla tutta me lo sto chiedendo ancora adesso. Sono passato in pochi istanti da navigare su internet a prenotare un volo low-cost in partenza da Bergamo, senza pensare troppo al perché né se valesse la pena andare in Macedonia. Ma in fondo il bello di viaggiare è anche questo: non sapere bene a cosa si va incontro.

Purtroppo oggi viaggiare ha perso molto del fascino che aveva prima dell’era di internet ma destinazioni meno turistiche come i Balcani possono riservare molte piacevoli sorprese.

In effetti se provi a cercare informazioni su cosa fare in Macedonia, specialmente al di fuori della capitale, non ne troverai molte. D’altra parte non è la meta più ambita per una vacanza: quante persone conosci che sono state in Macedonia?

Dopo aver prenotato il volo ho iniziato a fare qualche ricerca e ho capito che almeno dal punto di vista economico è un vero affare: una media di 15€ per notte in albergo non è male per una capitale Europea (cerca su Booking.com. Se usi Agoda qui puoi trovare dei buoni prezzi. Inoltre con 6/7€ puoi cenare in centro e a Skopje si mangia il Kebap più buono dei balcani.

A dire la verità non era la mia prima volta in Macedonia. Nel 2011 durante un viaggio in solitario in Grecia ho fatto una piccola sosta nei pressi di Dojran, ma questa volta ho potuto farmi un’idea più precisa di questa piccola nazione con un passato glorioso.

Informazioni generali

piazza principale a skopje

A parte la capitale Skopje, la Macedonia del Nord non è una meta molto frequentata dai turisti. Per ora i collegamenti con le altre città Europee non sono moltissimi e questo è uno dei motivi per cui è ancora poco visitata.

Geograficamente la regione Macedone comprende l’attuale Repubblica della Macedonia del Nord (38%), la provincia greca di Macedonia (51%), dove è nato Alessandro Magno, e un angolo di Bulgaria (11%). I confini attuali sono piuttosto recenti: dopo il referendum dell’8 Settembre 1991, nel Gennaio 1992 la Macedonia si è staccata ufficialmente dalla ex Jugoslavia e grazie alla diplomazia del presidente Macedone, questo è stato l’unico caso in cui l’esercito Jugoslavo si ritirò pacificamente da una delle sue ex repubbliche.

Nonostante l’indipendenza, la Grecia non ha riconosciuto il nome ufficiale Macedonia per molti anni. Questo per timore di possibili rivendicazioni sui propri territori. Accettava invece il titolo di ‘Former Yugoslav Republic of Macedonia’ o FYROM. Ecco perchè troverai questa sigla su molte cartine. La discussione sul nome del paese è stato per molto tempo un argomento controverso in Grecia.

skopje in macedonia

Durante il mio viaggio ho attraversato il confine con la Grecia e la prima cosa che hanno fatto alla dogana Greca è stata attaccarmi un adesivo sulla macchina (targata Macedonia ovvero MK) che diceva: MK non è un simbolo riconosciuto dalla Grecia. Questo la dice lunga su quanto i Greci abbiano preso seriamente questo problema.

Visto che mi avevano già fatto storie perché pensavano fossi un giornalista ho preferito evitare discussioni inutili. Se provi a cercare un po’ su internet troverai molte informazioni al riguardo e spesso i toni sono piuttosto accesi. Fortunatamente la disputa sul nome sembra si sia conclusa e ora il nome ufficiale del paese è North Macedonia.

Girando per le strade della capitale si capisce subito che la Macedonia del Nord è un paese composto da moltissime etnie: macedoni, albanesi, turchi, rom, serbi, valacchi e molti altri convivono pacificamente tutti nella stessa nazione anche se spesso ho avuto la sensazione che questa convivenza sembra possa interrompersi in qualsiasi momento. Non stupisce che la parola Macedonia (la frutta) deriva proprio dal miscuglio di razze presenti in questa regione dei balcani.

Come avrai capito il modo migliore per visitare questo paese è in auto. Ti consiglio di noleggiarne una una volta atterrato a Skopje.

Cosa fare in Macedonia

nord macedonia mappa

Cosa fare in Macedonia? Le principali attrazioni della Macedonia del Nordo sono la capitale Skopje e il Lago Ohrid (si legge Ocrid).

Skopje non è molto grande e un giorno basta per visitare il centro e la città vecchia. Se hai più tempo puoi usare Skopje come base per visitare Pristina, la capitale del Kosovo, prendendo il pullman e facendo il viaggio in giornata.

Ohrid si trova a circa 3 ore di macchina dalla capitale ma vale decisamente la pena di andarci. E’ una città costruita sulla sponda del lago al confine con l’Albania ed è splendida. E’ la località più turistica della Macedonia, soprattutto in alta stagione.

barca nel lago ohrid in macedonia

Sulla strada che porta da Skopje a Ohrid vale la pena fare una deviazione a Mavrovo, parco nazionale e località sciistica, dove si trova una chiesa semisommersa nelle acque del lago omonimo. Purtroppo quando ci sono andato io il livello dell’acqua era bassissimo e quindi la chiesa era all’asciutto.

lago mavrovo in macedonia

Nella zona di Ohrid si trovano altri due laghi: il lago grande di Prespa (condiviso anche con Albania e Grecia) e il lago piccolo di Prespa (interamente in Grecia). Sono zone non turistiche e poco abitate. Sulle montagne circostanti si possono trovare gli orsi.

Nel lago grande di Prespa si trova l’unica isola della Macedonia: Golem Grad conosciuta anche come l’isola dei serpenti perché popolata da migliaia di serpenti. Può essere visitata chiedendo a qualche pescatore di farti fare un giro.

lago di prespa nel nord della grecia

Nel lago piccolo di Prespa nidifica la più grande colonia al mondo di Pellicani Ricci. Se vuoi fotografarli è comunque più facile farlo nel lago Kerkini in Grecia, di cui ho parlato qui.

Se hai intenzione di andarci tieni presente che il confine con la Grecia vicino a Dolno Dupeni è chiuso dal 1963 e quindi dovrai fare una deviazione assurda passando da Bitola per poi proseguire in direzione Florina (in Grecia) e infine ritornare verso Prespa. Ringrazio sentitamente Google Maps che mi hai fatto sprecare 3 ore per un confine chiuso da più di 50 anni ma non segnalato.

Dal punto di vista paesaggistico i Laghi Prespa meritano la deviazione, sono posti incontaminati e sarai a stretto contatto con la gente del posto, il modo migliore per capire come si vive da quelle parti.

La Macedonia del Nord è un paese sicuro?

Ho spesso avuto la sensazione che ci fosse un equilibrio piuttosto precario tra le diverse nazionalità ed etnie che abitano questo paese ma onestamente devo dire che non ho avuto nessun problema per quanto riguarda la sicurezza personale.

In base alla mia esperienza la Macedonia del Nord è un paese sicuro e tranquillo. Ovviamente ci vuole buon senso, come in qualsiasi altra parte del mondo, ma mi sono sentito più sicuro a Skopje che a Milano.

Conclusioni

moschea a skopje nella macedonia del nord

Andare in Macedonia non significa fare la solita vacanza, ma è un vero è proprio viaggio nel tempo. Nelle zone più remote sembra veramente che il tempo si sia fermato. Capita di vedere persone che girano ancora con le carrozze e il contrasto tra Skopje e i villaggi circostanti è spesso enorme.

La Macedonia del Nord è un paese povero in cui gli stipendi non superano i 450€ al mese nella capitale e 300€ nel resto del paese. Ma alcuni sono disposti a lavorare per 150€ al mese. La disoccupazione è elevatissima e il costo della vita è piuttosto alto per chi ci vive. Se paragoniamo i loro stipendi ai nostri è come se in Italia pagassimo 4,5€ per un litro di benzina. Le macchine al di fuori delle città sono infatti pochissime: un pieno di benzina per molti significa 3/4 giorni di lavoro.

skopje capitale della macedonia del nord

La povertà è evidente anche nel centro di Skopje dove capita spesso di vedere persone che frugano tra l’immondizia in cerca di materiali da riciclare. Capita anche di essere avvicinati da bambini rom che cercano qualche spicciolo. Purtroppo l’inquinamento è un grosso problema in Macedonia ed è strettamente legato alla povertà come ho spiegato qui.

Nonostante questo i Macedoni sono un popolo che non si da per vinto. Skopje è stata distrutta da un disastroso terremoto nel 1963, il paese è sopravvissuto alla dittatura di Tito e alla sgretolamento della ex Jugoslavia e oggi convivono pacificamente musulmani e ortodossi, chiese e moschee. Certo ha ancora molta strada da fare per risolvere i molti problemi che la affliggono ma sono sulla buona strada.

Visitare la Macedonia del Nord non è la solita vacanza ma è un viaggio dal quale si ritorna arricchiti. Come ho scritto ci sono molte cose da fare in Macedonia, ma visitare questo paese è sicuramente un ottimo modo per apprezzare quello che abbiamo e per rendersi conto che convivere con culture, razze e religioni diverse dalla nostra è veramente possibile.

Se vuoi fare un tour dell’intero paese dai un’occhiata a questa pagina.

Qui puoi leggere la mia guida su cosa fare a Skopje e qui cosa vedere a Ohrid. Qui invece trovi altre foto che ho scattato in Macedonia.

40 commenti su “Cosa vedere nella Macedonia del Nord, la perla dei Balcani”

  1. Dzavit Rahmanovski

    Un grazie immenso da un macedone che vive in Italia,lei ha descritto molto bene il suo viaggio, comunque ci sono altri bellissimi posti da visitare nel nostro paese,se ritorna ci contatti le facciamo fare un giro più dettagliato.

  2. Rufija

    Bravo Fabio complimenti per i tuoi viaggi hai fatto un bellissimo racconto per questo bel paese così antico e pieno di storia da Alessandro Magno ai 5 secoli con l’impero turco, gente amorevole, cibo buono, natura incontaminata terme, fiumi e laghi rendono unica Macedonia. Io amo viaggiare e confermo che Viaggiare è il piacere di scoprire e imparare quanto siano diverse tra di loro le culture, non esiste una superiore ad un altra. E ogni volta quando torno nel mio paese mi stupisco, mangiando il Grafce Tafce e il Burek delle nonne, assiagiando la frutta dei posti..

    1. Grazie Rufija. Capisco bene quello che intendi perchè provo le stesse sensazioni ogni volta che torno in Italia. La Macedonia è veramente un gran bel paese.

  3. Valeria

    Ciao Fabio,

    qualche anno fa sono stata a Belgrado che mi è piaciuta tantissimo, in parte anche per l’aspetto autentico che i Balcani hanno mantenuto. Ti volevo chiedere, il giro che hai fatto tu in inverno (capodanno, ahimè sono vincolata in termini di ferie) si può fare? va bene da soli o è meglio andare in compagnia?

    Grazie e buon proseguimento con i tuoi viaggi!!

    1. Ciao Valeria. Io ci sono stato in Primavera. In inverno fa parecchio freddo da quelle parti. Dipende se lo patisci oppure no. Se dovesse nevicare diventa tutto più complicato perchè saresti molto rallentata. Le strade sono comunque belle ma non ho idea di come siano organizzati in inverno. Per quanto riguarda il viaggiare da soli anche in questo caso dipende molto da te. Sei già abituata a viaggiare sola? In questo caso non dovrebbero esserci problemi. I Macedoni sono molto gentili e disponibili me bisogna ovviamente prestare la stessa attenzione di quando si viaggia soli in qualsiasi altra città europea.

      1. Ciao a tutti, io e mio marito andiamo da tantissimi in Macedonia posto meraviglioso gente cordiale, mi piacerebbe che tutti possano vivere dignitosamente

  4. Rita Davighi

    quest’anno in agosto sarò ad un matrimonio a Skopje, e mi piacerebbe un consiglio per un piccolo tour di 10 giorni sconfinando anche nella vicina Grecia. Grazie. rita davighi piacenza

    1. Ciao Rita, io ho girato la Macedonia partendo proprio da Skopje. Ho percorso il paese in senso antiorario facendo Skopje, Mavrovo, lago Ohrid (qualche giorno), poi laghi di Prespa in Grecia e di nuovo a Ohrid. Se vuoi puoi anche andare a Kerkini sempre in Grecia. Comunque qui sul sito trovi tutte le info.. Immagino però che ad Agosto ad Ohrid sia pieno di turisti…
      Buon viaggio.

  5. Narrabondo

    Questo sì che è un itinerario interessante che volevo leggere da tempo.
    Una curiosità: con quale low cost sei andato?

    1. Sono andato con WizzAir.. Veramente bassa come qualità. Si paga pure il bagaglio a mano.. Ma almeno il volo non è costato una follia.

  6. Articolo più tosto dettagliato ma con un piccolo errore ortografico, non macedonia come la frutta ma la frutta come la macedonia dolce e sconosciuta,e proviene dalle invasione romaniche arrivando sul territorio, e trovando tanta frutta ano cominciato ad usare le frasi “la frutta che proviene dalla Macedonia” che oggi è stata tramutata soltanto in Macedonia
    La stessa cosa in Francia vale per il legumi
    Complimenti per tutto il resto davvero ottimo articolo

  7. Serena (Black Cat Souvenirs)

    bell’articolo interessante.
    Viaggiare è scoprire nuove mete e conoscere posti e persone, indipendentemente da quanto siano popolari come destinazioni turistiche. Con questo articolo sei riuscito a farmi conoscere una nazione di cui si parla poco… e mi hai fatto venire voglia di vederla!

    1. Mi hai fatto un complimento bellissimo..Grazie…Se hai occasione, passa in Macedonia.. Non te ne pentirai…

  8. Giuseppe

    Sono un insegnante e per 6 anni la mia scuola è stata gemellata con una scuola macedone. Esperienza stupenda sia per me che per tutti i ragazzi che vi ho portato in questi anni. Posti molto belli e soprattutto gente che vale la pena conoscere; inutile dire che ho molti amici con i quali continuo ad essere in contatto. Vorrei citare qualche altro posto che bisogna visitare: vi sono molte chiese particolari disseminate sul territorio; Kriva Palanka e il Monastero di St. Joakim Osogovski; Bitola e Heraklea; Osservatorio megalitico di Kokino e tanti altri.
    Auguro un buon viaggio a chi ha intenzione di visitare questo Paese!

  9. Luisa Effe

    Il mio migliore amico è un ragazzo macedone, conosciuto 11 anni fa a Venezia, mentre entrambi stavamo andando a lavorare…fin da ragazza ho sempre nutrito una forte curiosità ed attrazione per questo paese ancora vergine e spero, il prossimo anno, di poterlo finalmente visitare…purtroppo non è facile trovare viaggi di gruppo dalla mia regione…complimenti per le preziose informazioni e per le foto bellissime!

  10. elezovski fikret

    bravo fabio kon due parole perfeto i o sono da komune centar zupa konfine debar i mavrovo rostuse komuni, noi siamo magior parte in italija da trieste fino ancona e bresija,in augosto ce troviamo tuti in vacanza in nostri kase in macedonia in poki giorni si fano feste matrimoni,batezimi e altri feste.io personalmente ti ingracio per promovere mio paese.

    1. Grazie Elezovski. Deve essere difficile state lontano dal proprio paese per tanto tempo..

    2. Luisa Effe

      Siete veramente una bella comunità anche se ho l’impressione che non amate molto integrarvi con la gente del territorio ospitante: diffidenza? Buone vacanze a tutti voi e alle vostre famiglie in Macedonia…

  11. Violeta

    Grazie Fabio complimenti che hai visitato Macedonia

  12. grazie e complimenti per l’articolo!se un giorno ti capita di andare dinuovo in Macedonia devi visitare Shtip e Berovo.sono posti che meritano veramente!

  13. Complimenti per l’articolo e per le foto! Spero tornerai a visitare alcuni posti che ti sei perso, come Matka, un canyon vicino a Skopje dove potrai visitare anche la grotta; Sv. Naum a Ohrid; Stobi e Kokino.
    A proposito dei commenti precedenti riguardo a Tito, non voglio che diventi una discussione unica su questo argomento, ma volevo aggiungere che purtroppo quando si vive con alcune convinzioni è difficile riuscire a vedere l’altra faccia della medaglia, soprattutto se si è disinformati. Vorrei che queste persone nostalgiche provassero a chiedersi come mai in Macedonia le infrastrutture, come lo stadio a Skopje, si stiano costruendo tutte adesso a differenza degli altri Paesi della Ex Jugoslavia.
    Chiudendo la parentesi, sono contenta che ci siano persone come te che promuovono il mio Paese. Grazie!

    Un piccolo slogan: “Don’t FYROM me, say MACEDONIA!” 🙂

    1. Ciao Keti..Grazie del passaggio..Non conosco i posti che hai menzionato ma se mai dovessi ritornarci non mancherò di visitarli…
      Riguardo a Tito vedo che l’argomento è delicato e preferisco non esprimere altri pareri anche perché è un mondo che non conosco se non leggendo dai libri di storia (che sono comunque sempre di parte..la parte di chi ha vinto).
      Per quanto riguarda il nome io preferisco Macedonia.. Ma spero di non attirarmi le ire dei Greci!!
      Ho già dovuto affrontare uno strenuo sostenitore Greco del nome F.Y.R.O.M. qualche tempo fa… 🙂
      Credo proprio che Tito e il nome ufficiale del vostro paese siano due argomenti molto sentiti come in Italia il calcio…
      Buon proseguimento Keti.

      1. Aleksandra

        Complimenti per il articolo e le cose che hai detto per il mio paese. Vorrei da dire, che Macedonia ha preso la indipendenza nel 08/09/1991 non, 92 ( un piccolo detaglio):)….
        Spero che tanta gente va in Macedonia ( Skopje, Bitola, Berovo, Veles, Ohrid, Prilep, Mavrovo, Vevcani, Struga, Prespa, Leshok, Mariovo, Lazaropole, Kokino, Jovan Bigorski, Joakim Osogovski e etc) vedere un altro mondo, tanta natura,bastanza verde, bello e diverso dal resto di UE! Assaggiare la nostra frutta e verdura, nostro vino, rakija, ajvar, formaggio bianco (non la fetta), pita, burek…..:D

      2. L’ira di Achille, non dei greci. Lo sapevi che quell’eroe era del paese o meglio dalla città di Tetovo?! Non passeranno le buffale di questi cosiddetti elleni, greci etc., che sono un ibrido ‘immasticabili’ ed inqualificabili. Vi siete chiesti perché, da ormai, non vi nasce più un qualche personaggio di quelle doti nella Grecia di oggi? Perche: “la pera casca sotto il pero” e non sotto l’albero di banana! Capisci? Si sono impossessati di tutto ciò che non gli è appartenuto mai. È molto facile capirlo, no!? Se la ripeti più volte una bufala diventa verità, capisci?!

  14. stanke

    Conoscere altri popoli e una ricchezza! Ci rende persone migliori senza pregiudizi. Volevo anche io dare il mio commento favorevole alla persona di Tito, che grazie a Lui, abbiamo conosciuto la vita spensierata, la sicurezza economica e sociale……cosa che adesso le nuove generazioni non possono vivere mai! Non mi capire male, ma io ho visto com’era, come e adesso…e che non sarà mai più così. non’ e nostalgia, ma la ricerca di pace e serenità!!!!!
    complimenti per il tuo viaggio!

    1. Grazie anche a te del commento Stanke..È evidente che è un argomento molto delicato. E fa piacere sentire un parere da parte di chi ha vissuto quel momento storico in prima persona. Quello che posso dire è che purtroppo oggi la Macedonia non sembra molto prospera. Ed è un peccato. Merita molto di più…

  15. slave serafimov

    Grazie per avete fatto un viagio in Makedonija e anche publicato,ma volevo dire che noi non abiamo vissuto dittatura di TITO,LUI NON ERA DITTATORE.Quando era LUI in Yugoslavia si viveva molto meglio dal ITALIA.Per 95 % del popolo era buono,ma adesso e buono solo per 5% !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    1. Grazie del commento e per aver dato un punto di vista diverso su questo argomento.
      Anche se per dovere di cronaca devo dire che i nostalgici ci sono anche in Italia. Oggi molti dicono che Mussolini non era male.. Purtroppo la nostra memoria è sempre affetta da revisionismo storico. Bisognerebbe chiedere a chi quel periodo l’ha vissuto..

  16. Complimenti Fabio, bellissimo racconto e belle foto. La Macedonia sicuramente merita più attenzione da parte dei turisti e viaggiatori perchè ha molto da offrire. Nel mio prossimo viaggio da quelle parti farò in modo di visitare anche altri luoghi oltre a Skopje 🙂 Attendo i tuoi prossimi racconti!

    1. Grazie del passaggio Gianluca. Hai ragione, speriamo che più persone visitino la Macedonia così da aiutare anche l’economia locale.

    1. Grazie.. Tra pochi giorni pubblico anche il racconto su Ohrid..
      Complimenti per il vostro sito..Davvero utile e ben realizzato..

Rispondi a VisitOhrid.it Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.