Vai al contenuto

Le città più brutte del mondo – parte 1

Quali sono i luoghi più brutti al mondo? Scoprilo nella prima parte di questa speciale classifica.

sudan

Sicuramente sarà capitato anche a te di dire: “Quello è il posto più brutto al mondo!”. Ma onestamente: quanti di noi hanno girato tutto il mondo? Io ho girato un po’ ma ho visto solo una piccolissima parte di mondo e nessun posto mi è sembrato così terribile.

C’è qualcuno però che è stato in ogni nazione. Si chiama Lee Abbamonte ed è il più giovane americano ad essere stato in tutti e 193 i paesi membri delle Nazioni Unite oltre che in quasi tutti i 324 paesi membri del The Travelers’ Century Club.

Con tutti i paesi che ha visto, non tutte le destinazioni possono essere splendide e affascinanti. Lee dice: “Ho passato del tempo in ognuno di questi posti, non ho dormito in aeroporto e poi me ne sono andato.” Ma, ci sono alcuni paesi che sono stati anche peggio di quanto Abbamonte si aspettasse, e per uno che ha girato tutto il mondo, questo vuol dire qualcosa.

Ecco la prima parte della lista dei luoghi più brutti al mondo, raccontati da Lee Abbamonte, e se stai cercando un posto in cui emigrare (qui la mia guida) forse è meglio che eviti queste nazioni.

Georgetown, Guyana

Guyana è un piccolo stato vicino al Venezuela, la cui capitale, Georgetown, è piccola, pericolosa e per niente bella. Mi è stato detto di non girare di notte e non l’avrei fatto in ogni caso: non c’è nulla da fare e da vedere.

Kabul, Afghanistan

A essere sincero, non mi è dispiaciuto stare a Kabul, ma solo perchè sapevo che me ne sarei andato dopo poco. La città in sè è molto brutta per ovvie ragioni, e le sofferenze della popolazione spezzano il cuore. Viverci deve essere veramente un incubo. C’è stata una guerra dopo l’altra negli ultimi 40 anni. Per motivi di sicurezza non si può lasciare la città, e sinceramente, perchè dovreste?

Bissau, Guinea-Bissau

Sì, c’è veramente un paese che si chiama Guinea-Bissau, la cui capitale è Bissau. E’ difficile muoversi soprattutto perché non c’è elettricità dopo il tramonto in gran parte della città. Se si vuole camminare per strada di sera ci si sente come uno zombie: non ci sono lampioni e bisogna fare attenzione a non rompersi un’anca mentre si passeggia. C’è un Casinò in mezzo alla città dove gli stranieri si ritrovano. Oltre a quello, null’altro.

Conakry, Guinea

Conakry è un posto terribile in cui vivere: è semplicemente una discarica. Non c’è nulla da vedere. E’ come una città fantasma sull’acqua, ma senza il bel panorama. In più i colpi di stato sono frequenti: ero lì durante uno di questi e me ne sono andato il prima possibile.

Funafuti, Tuvalu

Sì, Tuvalu è un membro delle Nazioni Unite anche se è uno degli stati più piccoli sulla terra. E probabilmente non esisterà più tra 30 anni perchè si trova a soli 2 metri sul livello del mare. A parte questo, è semplicemente il posto più noioso sulla terra. Il più grande evento sull’isola sono i due voli settimanali dalle Fiji: vai nelle Fiji!

Khartoum, Sudan

Non sono mai stato così malato come quando ho visitato la polverosa e noiosa capitale del Sudan. La mancanza di igiene, il caldo e la violazione dei diritti umani in Darfur e altre parti del paese sono incredibili. A parte qualche piramide non c’è niente degno di essere visto o da fare in Sudan: vai alle Hawaii!!!!

La prossima settimana pubblicherò la seconda parte di questa classifica particolare. Quale sarà la città a vincere la palma di luogo peggiore al mondo? Nel frattempo sono curioso di sapere qual è il posto peggiore in cui sei mai stato. Fammelo sapere con un commento.

Qui trovi la classifica delle città più inquinate al mondo.

5 commenti su “Le città più brutte del mondo – parte 1”

  1. Cassandra Giuseppe

    Personalmente ritengo che la terra dei fuochi sia il peggior posto del mondo. Dispiace dirlo, ma e’ la realta’. Afragola, Casalnuovo di Napoli, Caivano, Casoria, Cardito. Rifiuti ovunque, delinquenti, pedofili, scarti umani (vedi ultimo caso di cronaca nera), che altro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.