Vai al contenuto

Hong Kong: le mie impressioni

Molti amano Hong Kong, ad altri non piace per niente. Vale la pena visitare questa città? Scoprilo in questo articolo.

hong kong skyline di notte

Hong Kong, assieme a Macao, è una delle due regioni amministrative speciali della Cina. Per oltre 150 anni è stata una colonia britannica e l’influenza degli inglesi si vede un po’ ovunque: le auto guidano a sinistra, la metro (che qui si chiama MTR, mentre in altre parti dell’Asia, come a Taiwan, si chiama MRT) è estesa ed efficiente, i nomi delle strade sono inglesi, ecc… In generale si ha la sensazione che gli inglesi se ne siano appena andati.

A differenza della Cina qui c’è libertà di espressione, di religione e internet non è censurato (per ora): non avrai bisogno di una VPN per navigare liberalmente anche se io consiglio comunque di usarla sempre quando ci si connette a reti Wi-Fi.

Tutto questo fa impressione se si pensa che a pochi chilometri il mondo è completamente diverso. La città è divisa in diverse isole tra cui le principali sono Lantau, Hong Kong e la penisola di Kowloon.

victoria harbour ad hong kong

Detto questo quali sono le prime impressioni su Hong Kong? Ad essere sincero Hong Kong non mi fa impazzire.

metropolitana ad hong kong

Ho vissuto a Taiwan, una delle nazioni con la densità di abitanti maggiore la mondo, ed in Cina quindi sono “abituato” all’Asia, ma ad Hong Kong si ha veramente una sensazione di claustrofobia costante.

metro ad hong kong

Le persone sono ovunque e gli spazi sono veramente piccoli. Solo per fare un esempio le scale mobili della metro e i girelli per entrare nella metro sono larghi poco più di una persona. Ovunque andrai sarai circondato da migliaia di persone.

Uno dei “vantaggi” dell’Asia è il costo della vita basso rispetto ai paesi occidentali. Ma questo non vale per Hong Kong: i prezzi degli immobili sono i più alti al mondo e anche il cibo costa molto, soprattutto se paragonato con altre capitali asiatiche come Taipei o Bangkok.

panorama ad hong kong

Anche gli albergi sono mediamente più cari ma soprattutto hanno camere minuscole: le più piccole che abbia mai visto. Difficili persino da immaginare. Per fortuna con Booking.com è possibile trovare qualche sconto.

Ovviamente queste sono mie impressioni e ad altri Hong Kong piace moltissimo.

Incredibile ma vero, secondo le stime sia delle Nazioni Unite che dell’OMS, Hong Kong, nel 2012, ha avuto la più lunga aspettativa di vita di qualsiasi altra regione del mondo.

Se stai organizzando un viaggio ad Hong Kong non dimenticare di prenotare questo tour gratuito. Qui invece puoi prenotare la crociera su una delle imbarcazioni tipiche della città.

Hong Kong: alcune foto

watchtower ad hong kong

Torre dell’orologio a Tsim Sha Tsui, Kowloon

bruce-lee-hong-kong

Statua di Bruce Lee nella Avenue of Stars

victoria  harbour hong kong

Hong Kong di sera

mtr metropolitana ad hong kong

Uno dei treni della metropolitana di Hong Kong

E tu sei stato a Hong Kong? Hai avuto le mie stesse impressioni? Fammi sapere cosa ne pensi di questa città.

Qui trovi alcune informazioni utili se decidi di espatriare e diventare un nomade digitale.
Qui qualche info su come attraversare a piedi il confine tra Hong Kong e Cina via Shenzhen. Qui la mia guida di viaggio alla Cina.

10 commenti su “Hong Kong: le mie impressioni”

  1. Sono stato ad Hong Kong nell’estate del 2015(unico periodo in cui possa viaggiare, essendo un insegnante).Nello stesso periodo ho visitato per circa un mese anche la Cina, vedendo alcune delle zone da te descritte. I prezzi tranne il pernottamento, non mi sono sembrati cosi tanto diversi. Il cibo , l’abbigliamento e i trasporti sono a buon mercato;non ho sofferto particolarmente il cosiddetto caos da te descritto,anzi ho trovato più opprimenti Pechino, Shanghai e soprattutto Guangzhou. Ho approfittato un giorno per andare in spiaggia,(stupenda con sabbia finissima e quasi deserta) credo che nessuna metropoli al mondo, ti offra questa possibilità ad appena 30 minuti dai grattacieli di Wan Chai. poi è chiaro che le sensazioni su di un determinato posto siano molto soggettive.

    1. Fa sempre piacere leggere opinioni diverse Mario. Io sono stato ad HK almeno 4 o 5 volte e ho passato diversi mesi in Cina. Non a Pechino o Shanghai però e devo dire che ogni volta che sono tornato a HK ho avuto le stesse impressioni: caotica, cara, claustrofobica… Ma ogni esperienza è soggettiva. Se avrai modo ti consiglio di vedere la vera Cina, quella fuori dalle grandi città e dai soliti giri turistici. Nel blog ho parlato di diversi posti stupendi che poco hanno a che fare con gli stereotipi comuni sulla Cina. 谢谢你!

      1. Forse il mio commento ha determinato un equivoco. Io visitato anche luoghi in Cina, lontani dai soliti tour turistici. Ho apprezzato molto il sud-ovest di questo paese.Ho viaggiato in treni in cui ero l’unico straniero e soprattutto evitando i cosiddetti treni proiettili,preferendo utilizzare quelli che prendono la maggior parte dei cinesi. Mi sono ritrovato in posti ad essere l’unico o uno dei pochi stranieri presenti. Ho apprezzato la curiosità e la gentilezza di questo popolo nei nostri confronti( per dirne una, a Kunming un abitante del posto all’uscita della metro, vedendomi con lo zainetto ha immaginato che volessi andare alla foresta di pietre, e mi ha accompagnato al suo pullman,scoprendo che lui e gli altri passeggeri erano degli escursionisti amatori e ogni tanto noleggiavano questo mezzo per i loro “viaggetti”. Per farla breve, mi hanno accompagnato gratuitamente per 120 chilometri, lasciandomi davanti all’entrata del parco). Se mi consenti una critica benevola, questa idea di cercare il luogo originale fuori dal cosiddetto circuito turistico, fa molto snob. In ogni caso, restiamo pur sempre dei turisti, poi possiamo chiamarci viaggiatori o solo turisti ma la sostanza non cambia.Inoltre il pensare che bastino pochi mesi per o andare in un posto più volte non modifica per la gente che ci vive , l’idea o il concetto di essere considerati sempre stranieri. Tuttavia le considerazioni da fare sarebbero e richiederebbero un discorso troppo lungo da fare in un breve commento.
        P.S. Ho viaggiato molto nel corso della mia vita, e sono stato sposato con una donna straniera.

        1. Ciao Mario, ho avuto esperienze molto simili in Cina e proprio per questo posso dire che HK ha poco a che vedere con il resto del paese. Cara, sovraffollata, e finta. Se visitare luoghi poco turistici faccia snob o meno non lo so ma sinceramente non mi interessa. Io lo faccio per almeno due motivi: conoscere meglio la gente e risparmiare. Detto questo non è che mi interessi molto cosa pensano gli altri al riguardo. Essere straniero è un vantaggio in Cina, per lo meno se sei occidentale, e non vedo perché, dovrei essere considerato come uno che ci vive quindi ben venga essere turista o viaggiatore ovunque ci si trovi. Tutta questa considerazione parte da un commento soggettivo: a me HK non è piaciuta e preferisco la Cina. Così come mi sono trovato malissimo in Vietnam e ho amato le Filippine. Sinceramente preferisco chi ammette di non aver avuto belle sensazioni in un posti piuttosto di leggere post di bloggers che sembra abbiano trovato il paradiso in terra ovunque siano stati: o mentono o hanno passato tutto il tempo chiusi in albergo. Detto questo, i miei commenti, come i tuoi e quelli di tutti gli altri, restano comunque sempre e solo frutto di esperienze personali, che per loro stessa natura non possono ovviamente essere considerati verità universali.

  2. Vivo a HK da quasi 5 anni. Onestamente non condivido niente di quello che dici…! Forse non sei stato fortunato, o avevi aspettative diverse…
    HK è una città dinamica come poche (per la cronaca, ho viaggiato a sufficienza per sapere di cosa parlo…!), sempre in movimento e sempre piena di vita senza gli eccessi insopportabili (per me ovviamente) delle altre metropoli del sud est asiatico, senza parlare della Cina.
    È costosa, costosissima, ma non lo nasconde. Il solo poterla paragonare a Bangkok denota che l’approccio è sbagliato. Per chiudere, la vera HK è sull’isola. Kowloon, per i veri Hongkongers, non merita nemmeno di essere citata…rimane la Dark Side…!
    Se hai occasione di tornare, fammi sapere, che te la farò vedere con i miei occhi e forse te ne innamorerai come è successo a me!

    1. Ciao Ginevra. Grazie per essere passata sul mio blog… Che dire, fa sempre piacere sentire diverse opinioni anche se a volte non sono in sintonia con il proprio punto di vista…
      Può essere che abbia visto solo il peggio di HK.. A mia discolpa posso dire di esserci tornato quest’anno e ho avuto la stessa sensazione. Io sono abituato all’Asia avendo vissuto in Cina e a Taiwan. Per quel che mi riguarda HK non offre lo stesso cibo eccellente di Taiwan e le persone non sono neanche lontanamente paragonabili ai Taiwanesi… La Cina è ovviamente un discorso più complesso.. Ma per farla semplice io preferisco vivere in Cina che ad HK (ok dipende in che città però). La paragono a Bangkok perché in fondo sempre di Asia parliamo (per quanto diversi siano i paesi sono comunque due capitali) e i prezzi di HK, per quanto sia un città cool, come dicono molti, sono senz’altro folli e senza giustificazione.
      Detto questo non voglio chiudere per sempre le porte a HK… Anzi mi piacerebbe poterla rivedere ancora magari con qualcuno esperto come te… Chissà che possa cambiare idea.. 🙂 Se torno te lo faccio sapere.. Grazie per la proposta..

  3. Concordo con Luna…sono stato 4 volte ad HK, per brevi spostamenti a/r da Taipei dove ero in pianta più stabile.
    Hong Kong mi elettrizza e affascina. Viverci è un’altra storia…però bisognerebbe provare per credere! Comunque nell’ultimo giro li ho avuto il piacere di scoprire zone più a sud, come repulse bay o stanley o lamma island…c’è più pace ed è il contratio di central ovviamente. Comunque (non essendo peraltro abituato) dopo qualche ora in Nathan Road, sento il bisogno di rifugiarmi altrove!
    Caro Fabio, non so se vivi ancora a Taiwan, però mi piacerebbe avere un contatto per scambiare alcune informazioni. A presto.

    1. Io non sono stato molti giorni a HK quindi può essere che ho avuto l’impressione sbagliata.Vedrò se avrò la possibilità di vederla meglio in futuro.. 🙂 Per il resto ti contatto io via mail Steven.

  4. Son stata a Hong Kong lo scorso anno e mi è piaciuta molto, proprio per quel contrasto fra grattacieli e giungla circostante. È vero il senso di claustrofobia forse per il fatto che la luce del sole fatica ad arrivare fino a terra in quelle strade chiuse fra grattacieli ammassati l uno sulla altro, ma il suo fascino per me è anche in questo. Indimenticabile il monastero di Po Lin sulla isola di Lantau e soprattutto il viaggio in funivia per arrivarci. Concordo sulla delusione per lo spettacolo di luci: davvero niente di che. Concludendo: Hong Kong l ho trovata affascinante e divertente, ma se dovessi scegliere una sola città da rivedere , tornerei senza dubbio a Pechino.
    Ciao complimenti per le foto, buon ferragosto!

Rispondi a Fabio Nodari Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.