Vai al contenuto

I 15 paesi più economici e più cari in cui vivere nel 2023

Vuoi trasferirti all’estero ma non sai quale paese scegliere? Ecco la classifica dei 15 paesi più economici e più cari in cui vivere.

paesi migliori in cui emigrare

In tempi di crisi economica si pensa spesso ad emigrare in cerca di una vita migliore. Non è una scelta facile per moltissimi motivi. Lasciare amici, famiglia, e tutto quello a cui siamo legati è una sfida. Inoltre bisogna pensare alla parte economica. Come sarà il costo della vita? Meglio uno dei paesi più economici e quindi poveri ma con costo della vita basso o uno dei paesi ricchi ma con un costo della vita più alto?

Ognuno deve decidere in base alla proprie circostanze ma se vuoi avere qualche dato che ti permetta di capire quali sono i paesi più economici e più cari in cui vivere allora Numbeo è il sito giusto. Si tratta di un enorme database continuamente aggiornato con dati riguardo al costo della vita, la criminalità, l’inquinamento, e molto altro, in tutti i paesi del mondo, o quasi.

La classifica finale viene calcolata considerando il prezzo medio del cibo, dei trasporti, dei ristoranti, delle bollette, dell’affitto ecc… e ad ogni nazione viene affidato un punteggio. Il dato di riferimento è la città di New York a cui vengono assegnati 100 punti. Se per esempio una città o una nazione ha un punteggio di 70 vuol dire che in media è il 30% meno costosa di New York. Punteggi oltre 100 indicano città o nazione più cara di New York.

Trattandosi di dati che riguardano le nazioni e non le città tieni presente che anche se il punteggio medio di uno stato è alto alcune città in quello stato potrebbero non essere poi così tanto costose o viceversa.

Questa classifica serve solo a dare un’idea generale. Inoltre il costo della vita è solo uno dei fattori da tenere in considerazione prima di andare a vivere all’estero. Una cosa per me molto importante è l’inquinamento (qui la classifica delle città più inquinate al mondo), il clima durante l’anno e la qualità dell’assistenza sanitaria.

Detto questo, ecco un’infografica che ho preparato per riassumere i risultati (qui trovi la pagina interattiva).

I 15 paesi più cari nel 2023

  1. Bermuda
  2. Svizzera
  3. Bahamas
  4. Barbados
  5. Islanda
  6. Norvegia
  7. Singapore
  8. Israele
  9. Hong Kong
  10. Danimarca
  11. Australia
  12. Lussemburgo
  13. Stati Uniti
  14. Nuova Zelanda
  15. Canada

I 15 paesi più economici nel 2023

  1. Pakistan
  2. Sri Lanka
  3. India
  4. Libia
  5. Algeria
  6. Colombia
  7. Kosovo
  8. Tunisia
  9. Siria
  10. Kirghizistan
  11. Nepal
  12. Egitto
  13. Uzbekistan
  14. Bielorussia
  15. Kazakistan

Alcune brevi considerazioni su questa classifica:

  • Il Paese più costoso al mondo in cui vivere nel 2023 è Bermuda, probabilmente a causa degli alti dazi sulle importazioni.
  • Bermuda è al primo posto anche nell’indice degli affitti, nell’indice del costo della vita più l’affitto e nell’indice dei generi alimentari e nell’indice dei ristoranti.
  • Prendendo in considerazione solo il potere d’acquisto locale, la classifica cambia molto e i primi cinque Paesi con il potere d’acquisto più alto sono: Emirati Arabi, Australia, Svizzera, Germania e Canada.
  • Quattro Paesi europei sono nella top ten e l’Italia al 34° posto.
  • Singapore è al primo posto tra i Paesi asiatici e, come ho scritto qui, è sempre tra i Paesi più cari di quel continente.
  • Il Paese più economico al mondo in cui vivere nel 2023 è il Pakistan.
  • L’Afghanistan è il Paese più economico nell’indice degli affitti, nell’indice del costo della vita più l’affitto e nell’indice dei generi alimentari. Lo Sri Lanka è il paese con il costo più basso nell’indice dei ristoranti.
  • Prendendo in considerazione solo il potere d’acquisto locale, la classifica cambia molto e i cinque Paesi con il potere d’acquisto più basso sono: Cuba, Siria, Costa d’Avorio, Nigeria ed Etiopia.
  • Il Kosovo è attualmente il Paese europeo (anche se non è in pratica riconosciuto come una nazione) più economico in cui vivere.

Il costo della vita in Cina

shanghai

La Cina (qui la mia guida di viaggio) si trova circa a metà classifica, al 73° posto. Vivendo in questo paese posso confermare che per il momento la nazione non è certamente tra le più care al mondo, SE sei uno straniero (quindi vieni pagato molto di più dei cinesi). Considerando solo il potere d’acquisto locale, la Cina ha praticamente lo stesso costo della vita dell’Italia.

Se però si considerano le città singole come Pechino, Shanghai o Shenzhen i costi sono veramente alti. Per darti un’idea un affitto in centro a Pechino (circa 80mq) si aggira attorno ai 2000€ al mese e solitamente gli affitti in Cina si pagano 3 mesi per volta (in alcune città 6 mesi per volta).

Se invece ci si sposta in una provincia come il Guizhou, gli affitti nella capitale, Guiyang, sono 5 volte più bassi. La differenza quindi tra città nella Cina è molto più marcata che in altre nazioni anche se il divario si sta riducendo rapidamente.

Nei prossimi anni sicuramente la Cina salirà più in alto nella classifica tra i paesi più cari in cui vivere, ma per il momento è un ottimo posto in cui espatriare. Tanto per fare un esempio, attualmente ci sono offerte di lavoro per insegnanti a Pechino (insegnanti certificati) che offrono circa 40000RMB (5600€) al mese. Ciò è dovuto al gran numero di stranieri qualificati che hanno lasciato i Paesi negli ultimi mesi a causa delle restrizioni imposte dal governo.

Qual è stato il paese più economico in cui sei stato? E quello più caro? Fammelo sapere nei commenti.

Se stai pensando di mollare tutto e cambiare vita qui trovi alcune idee per poter diventare un nomade digitale vendendo le foto dei tuoi viaggi. Qui trovi alcuni consigli su cosa fare a Singapore, una delle città più care ma anche più belle al mondo. Qui invece una interessante classifica sulle città più brutte al mondo.

2 commenti su “I 15 paesi più economici e più cari in cui vivere nel 2023”

  1. Maria Rita Cammarata

    Siamo una coppia pensionati Inpdap vorremmo trasferirci in un paese dove non viene tassata la nostra pensione. Ci siano rivolti ad Inpdap ma no non sanno niente. Ci puoi indicare qualcuno.

Rispondi a Maria Rita Cammarata Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *